Alla fine del gara Palermo – Udinese = 2 – 3, sconfitta che riduce a poche speranze la possibilità dei rosanero di centrare la salvezza, ai microfoni di Sky Sport, Fabrizio Miccoli, capitano del Palermo spiega: “Penso al mio futuro? Penso di sì, nel senso che la mia sul fatto di smettere era una battuta. La mia intenzione non e’ quella. E’ continuare e poi alla fine non so. L’unica coda voglio fare e’ parlare con Zamparini, a quattro occhi, tutti e due. Vediamo cosa mi dira’ e vedremo quale sara’ il mio futuro. Non ho problema di categoria. Il Palermo e’ stato tutto per me, quindi non mi pongo nessun problema. Capire la mia situazione e lui cosa vorrebbe fare con me. Qualsiasi cosa l’accettero’, in qualsiasi categoria o andare via. Deve dirmelo lui. Lecce in B tentazione? Me lo auguro che possa tornare in serie B. Insieme al Palermo e’ la mia squadra. Ho sempre tifato Lecce da bambino e continuero’ a farlo. Ho tante ipotesi e situazioni. Vorrei parlare, non ora ma a fine campionato, con il presidente. La curva e i tifosi visti oggi… andare via cosi’, mi dispiacerebbe. Se mi avessero detto che retrocedevamo non ci avrei creduto. Perche’ annata cosi’ brutta? C’e’ di tutto: se andiamo a prendere tutta l’annata c’è di tutto. Aver mandato via Sannino dopo 3 gare, io stesso ho preso due espulsioni dalla panchina e salto Atalanta e Pescara, due gare che per noi erano fondamentali. Poi tante sviste, errori anche noi stessi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + 7 =