Inizieranno il 17 maggio le requisitorie dell’accusa al processo in corso davanti alla Corte di Assise del Tribunale di Brindisi per la strage avvenuta il 19 maggio del 2012 vicino alla scuola ‘Morvillo-Falcone’ quando mori’ la 16enne Melissa Bassi e altre nove ragazze rimasero ferite. Lo ha deciso il presidente Domenico Cucchiara nell’udienza svoltasi oggi, la 15esima. Ad avviare le requisitorie sara’ il pm della Direzione Distettuale Antimafia di Lecce, Guglielmo Cataldi. Tocchera’ poi al procuratore capo Cataldo Motta. L’accusa e’ sostenuta dalla Procura di Lecce poiche’ il reato ipotizzato a carico dell’unico imputato, Giovanni Vantaggiato, imprenditore 68enne di Copertino, reo confesso, e’ quella di strage aggravata da finalita’ terroristiche e di costruzione, possesso ed esplosione di ordigno micidiale. L’uomo risponde anche di tentato omicidio, oltre che di costruzione, possesso ed esplosione di ordigno micidiale, in relazione al precedente attentato da lui ammesso, quello ai danni di Cosimo Parato, risalente al febbraio del 2008 quando la vittima rimase gravemente ferita in un’altra esplosione avvenuta in quella occasione a Torre Santa susanna. Dopo le requisitorie cominceranno le arringhe delle parti civili e infine quella della difesa dell’imputato. Infine la sentenza.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.