mare Jess-072 Il Comitato NO TAP coglie l’occasione dell’assegnazione delle Bandiere Blu a Melendugno e Otranto e della dichiarazione del presidente Gabellone per chiedere una posizione sui progetti di mega gasdotto TAP e Poseidon che approdano nelle due cittadine premiate per il loro lavoro nel campo ambientale e turistico.

“La riconferma per il 2013 ai comuni di CASTRO, MELENDUGNO, OTRANTO e SALVE della “Bandiera Blu d’Europa” è il giusto riconoscimento per il rispetto di precisi criteri qualitativi richiesti ai comuni rivieraschi e rappresenta il meritato risultato positivo per un lavoro svolto da tutte le amministrazioni locali e dalla Provincia di Lecce, in prima linea in tema di tutela del territorio, turismo sostenibile e accoglienza turistica, scrive in una nota Gabellone. Materie in cui il nostro Salento continua a primeggiare, primo territorio della Puglia per ospitalità  e flussi turistici, oramai meta delle vacanze di tutti, dagli italiani agli extra-europei, visitatori che da tempo hanno eletto la nostra terra a simbolo della nostra Regione.”

Ricordando che la natura industriale delle due opere mal si concilia con le Località, il comitato No Tap ribadisce che la Puglia e il Salento in particolare hanno già  pagato i costi della mancanza di un piano energetico nazionale.

In virtù di questo, del lavoro fin ora svolto, dei lauti investimenti messi in Campo e dei lusinghieri risultati ottenuti chiedono l’opposizione al progetto come già  hanno fatto la regione e tutti i comuni interessati.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × cinque =