Avrebbe tentato di fare saltare in aria la casa del rivale in amore, ma il suo progetto fallì grazie all’intervento dei vicini. Per quell’episodio, nei giorni scorsi, i carabinieri di Muro Leccese hanno arrestato e confinato agli arresti domiciliari il 34enne Massimiliano Elia.

La vicenda risale al 29 dicembre dello scorso anno, quando carabinieri e vigili del fuoco intervengono in via Trento, a Muro, per una forte puzza di gas proveniente dall’abitazione al civico 41, che aveva allertato il vicinato. L’ambiente era già saturo e sarebbe bastata la minima scintilla per far saltare tutto in aria. Fortunatamente, il pericolo fu evitato ed all’interno dell’abitazione non c’era momentaneamente nessuno.

Le indagini dei militari misero alla luce contrasti in amore tra il padrone di casa ed il 34enne, che pensò di “risolvere” la questione, tentando di vendicarsi in questo modo. Fortunatamente il suo piano fallì. L’ordinanza è stata emessa dal gip Annalisa De Benedictis, su richiesta del sostituto procuratore Giuseppe Capoccia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto + sei =