Spettacolo_notte-taranta-12-(5)

Il famoso violoncellista palermitano, Giovanni Sollima, ha incontrato nel pomeriggio, per una breve prova, l’Orchestra della Notte della Taranta (domani mattina ci sarà un’altra prova per strutturare un eventuale canovaccio della serata finale): se non ci saranno colpi di scena, il musicista siciliano siglerà l’accordo formale entro domani e sarà ufficialmente il nuovo maestro concertatore, in sostituzione di Goran Bregovic.

Sollima è un musicista che vanta collaborazioni con grandi artisti internazionali, da Claudio Abbado a Philip Glass a Patti Smith, ma non ha mai lesinato collaborazioni con musicisti emergenti salentini, come è avvenuto nel caso dei diversi progetti ideati con il leccese Andrea Senatore. Nel pomeriggio, alle prove che si sono svolte all’interno del convento degli Agostiniani, era presente anche Sergio Blasi, che è alle prese con la nomina del nuovo presidente della Fondazione e con i tagli che quest’anno hanno creato non pochi problemi al festival musicale più importante del Mediterraneo.

Dopo le dimissioni di Bray, si cerca un sostituto all’altezza, anche se il segretario del partito democratico sta combattendo per convincere il neo ministro a rimanere al suo posto: in serata è prevista una riunione, che potrebbe durare fino a tarda sera, per discuterne con i responsabili.  Un accordo sul nuovo presidente non sarà facile, ecco perché anche il presidente della provincia di Lecce, Antonio Gabellone, aveva chiesto a Massimo Bray di restare al suo posto: quella presidenza metteva tutti d’accordo e oggi, con il nuovo ruolo di ministro, avrebbe consentito un collegamento diretto molto utile con il governo centrale. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 − 6 =