gattoMarina di Torchiarolo, località Lendinuso, un gatto è stato trovato morto, legato ad un masso con una corda stretta al collo, questo è quanto hanno scovato alcuni sub nella giornata del 1 maggio, durante un’escursione alla scoperta dei mari salentini. Il cadavere era a circa due metri di profondità, a 20 metri dalla costa, perfettamente visibile.

Immediatamente allertata la Protezione Civile e la Polizia Locale, pare che l’animale sia stato vittima di maltrattamenti e sevizie. Pronta la denuncia contro ignoti alla Procura di Brindisi, ma questo non basta agli animalisti che, all’apertura della stagione estiva, lanciano un appello disperato: “Non venite in vacanza in Puglia, non venite, ogni anno i randagi si fanno sparire, i gatti si avvelenano. La disperazione dei nostri appelli sembra non avere più voce”.

 

Pamela Villani

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 − 3 =