I Carabinieri della Stazione di Spongano hanno arrestato, su decreto di sospensione della misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali emesso dal Tribunale di Lecce – Ufficio di Sorveglianza, Antonio Cancelli, cinquantatreenne di Bagnolo del Salento già gravato da precedenti penali e pregiudizi di polizia. L’uomo, affidato in prova dal mese di ottobre 2012 aveva, fra le prescrizioni da rispettare, l’obbligo di rimanere a casa fra le 22:00 e le 07:00 di ogni giorno e l’obbligo di soggiornare nel Comune di Bagnolo del Salento. Contrariamente a quanto impostogli, però, non solo non è rimasto all’interno della propria abitazione nell’arco temporale previsto ma si è addirittura allontanato da Bagnolo del Salento per recarsi a Spongano dove, dopo aver forzato la porta d’ingresso di un alloggio di proprietà dell’Istituto Case Popolari di Lecce, vi si è introdotto abusivamente. Sul posto, chiamati dall’assegnatario dell’appartamento tramite il Numero Unico Europeo di Emergenza 112, sono giunti i Carabinieri della Stazione di Spongano i quali hanno, accertati i fatti, hanno subito deferito all’Autorità Giudiziaria per violazione di domicilio, danneggiamento ed invasione di edifici, Antonio CANCELLI. L’Ufficio di Sorveglianza, accertata la palese violazione di due delle prescrizioni imposte nonché la commissione di ulteriori reati, ha revocato la misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali concessa all’uomo ed ha disposto il suo trasferimento presso la Casa Circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.