LECCE – Prosegue anche nel 1° semestre 2016 il progressivo calo dei titoli protestati nella provincia di Lecce: da 11,8 milioni del 1° semestre 2015 si è passati agli attuali 7,7 mln. per un totale di 7.180 titoli protestati contro i 9.839 dell’analogo semestre dello scorso anno. La flessione complessiva in sei mesi è stata piuttosto elevata attestandosi al 34,4% per il valore e al 27% nel numero. Il calo più  consistente si è registrato nelle cambiali diminuite del 28% passando da 9.013 titoli a 6.491 e del 37,2% nel valore (da 9,1 milioni agli attuali 5,7). Gli assegni sono diminuiti dell’11,5%, sono stati appena 525 quelli protestati contro i 593 dell’analogo periodo dello scorso anno, il loro valore, invece,  è calato del 26,4% (passando da 2,4 a 1,7 milioni).

Verosimilmente il calo dei protesti è indice di miglioramento della capacità di tener fede ai propri impegni, segno, quindi, che le difficoltà economiche tendono ad attenuarsi” – commenta Alfredo Prete – “ma la contrazione è legata anche e forse soprattutto al fatto che ci sono meno titoli di credito in circolazione; le imprese, infatti, sono maggiormente “caute” nell’accettarli e le banche, con riferimento agli assegni, sono molto più selettive nella fase del rilascio. C’è poi un ulteriore aspetto da considerare: l’affermarsi di nuove modalità di pagamento elettronico, che fanno crescere i pagamenti virtuali e limitano il ricorso al contante, tendenza favorita dalla oramai quasi capillare diffusione degli smartphone. L’utilizzo crescente della moneta elettronica è confermato da Mastercard, secondo la quale in Italia, nel primo semestre del 2016, si è registrato un incremento del 360% dei pagamenti contactless. Si tratta di un cambiamento importante, una crescita “tecnologica” ed al tempo stesso culturale, che genera un mercato più efficiente e sicuro”.

 Graf.1 – Valore dei protesti levati nella provincia di Lecce – 1° semestre anni 2007-2016

grafico1

Anche il valore medio complessivo di titoli protestati è diminuito passando da € 1.204,22 a € 1.082,48 (-10,1%), nel dettaglio i pagherò hanno un valore medio di  € 888,49 (-12,7%) mentre quello degli  assegni protestati  è di € 3.367,77 diminuito anch’esso di quasi  il 17%  (nel 1° semestre del 2015 era di € 4.051,12).

 Tab. 1 – Numero e valore dei titoli protestati nella provincia di Lecce –  1° semestre anni 2007-2016

ANNO Assegni Cambiali Tratte non Accettate Tratte  accettate TOTALE
Numero effetti Importo effetti Numero effetti Importo effetti Numero effetti Importo effetti Numero effetti Importo effetti Numero effetti Importo effetti
1° sem. 2007 2.785 11.139.772,00 11.501 12.969.461,98 574 658.789,14 93 170.200,99 14.953 24.938.224,11
1° sem. 2008 2.877 12.000.096,01 11.325 11.444.770,40 543 555.943,39 55 81.644,70 14.800 24.082.454,50
1° sem. 2009 2.766 14.044.807,42 13.381 17.312.241,95 473 836.725,55 99 136.992,07 16.719 32.330.766,99
1° sem. 2010 1.716 7.881.147,71 12.574 14.610.666,67 386 540.303,16 72 66.296,56 14.748 23.098.414,10
1° sem. 2011 1.593 7.241.705,63 12.100 14.221.762,78 382 513.529,92 50 37.610,36 14.125 22.014.608,69
1° sem. 2012 1.715 9.973.322,99 13.468 15.410.740,24 384 637.147,76 28 24.679,51 15.595 26.045.890,50
1° sem. 2013 1.375 6.458.239,49 11.977 14.812.840,07 322 330.131,48 105 752.994,43 13.779 22.354.205,47
1° sem. 2014 749 4.430.184,17 10.025 10.370.252,21 228 229.288,93 31 75.482,99 11.033 15.105.208,30
1° sem. 2015 593 2.402.316,27 9.013 9.177.947,42 210 250.619,91 23 17.397,01 9.839 11.848.280,61
1° sem. 2016 525 1.768.077,64 6.491 5.767.208,18 146 213.751,67 18 23.172,90 7.180 7.772.210,39

 

Graf. 2 – Numero titoli protestati nella provincia di Lecce – 1° semestre anni 2007-2016

grafico2

I pagherò sono il titolo più utilizzato da cittadini e  imprese, rappresentano il 91% sul totale del numero dei protesti levati e il 75% del valore; al contrario gli assegni sono appena l’8% dei titoli ma coprono il 23% del valore complessivo.  L’analisi per fascia di importo dei titoli protestati, evidenzia che l’ 81% delle cambiali ha un valore inferiore o al più pari a € 1.000,00 e copre il 37% del valore globale di tale strumento di credito, i tagli più elevati superiori ai 5.000 euro  rappresentano il 2,0% di pagherò numero e il 26% del valore. Discorso completamente opposto per gli assegni:  il 15% del loro numero, pari a 79 titoli, è di importo  superiore ai 5.000 euro e copre la somma di quasi 1 milione di euro, il 54% del valore degli assegni protestati.

 

Tab.2 – Titoli protestati nella provincia di Lecce per fascia di importo – 1° semestre 2016

Fascia di importo Assegni Cambiali Tratte non accettate Tratte  accettate Totale complessivo
N. effetti Importo N. effetti Importo N. effetti Importo N. effetti Importo N. effetti Importo
da 0 a 150 8 760,50 1447 139.092,96 6 716,20 1 150,00 1.462 140.719,66
da  150,01 a 300 25 5.903,78 1141 264.986,35 18 4.163,33 10 2.227,72 1.194 277.281,18
da 300,01 a 500 40 16.793,04 1063 448.024,66 33 13.727,04 1.136 478.544,74
da 500,01 a 1.000 90 70.156,13 1588 1.254.193,45 39 31.386,50 1 974,20 1.718 1.356.710,28
da 1000,01 a 1.500 65 84.210,62 478 575.142,99 18 23.932,23 561 683.285,84
da 1.500,01 a 2.500 85 170.796,29 420 840.544,12 14 28.596,26 1 2.346,00 520 1.042.282,67
da 2.500,01 a 5.000 133 465.241,53 224 796.771,43 12 51.856,96 5 17.474,98 374 1.331.344,90
da 5.000,01 a 100.000 79 954.215,75 130 1.448.452,22 6 59.373,15 215 2.462.041,12
Totale 525 1.768.077,64 6.491 5.767.208,18 146 213.751,67 18 23.172,90 7.180 7.772.210,39

 

Le province pugliesi

In generale in tutte le province italiane  si registra un calo generalizzato dei protesti, sia nel numero che nel valore. In Puglia la provincia di  Bari è quella che registra la flessione più elevata (-30,7%) per numero di titoli protestati, mentre Lecce e Taranto sono  quelle in cui è diminuito (-34,4%) maggiormente il valore dei titoli.

Bari è anche  la provincia pugliese in cui si verificano il maggior numero di protesti essendo la provincia più numerosa sia per popolazione che per imprese, in cui si concentra oltre il 45% dei titoli protestati pugliesi (9.709) pari a 17,8 milioni di euro, il 34% del valore dei  protesti della Puglia. Subito dopo Lecce con 7,7 mln di euro e 7.180 titoli, Foggia con 5,3 milioni e 3.618, Taranto con 3,9 mln e 4.091 titoli, infine Brindisi con 4,4 milioni di euro di effetti protestati distribuiti su 3.669 titoli di credito. Bari detiene anche il valore medio più elevato pari a 1.836 euro, il valore più basso spetta a Taranto con 965 euro. Nel semestre considerato il maggior numero di protesti, in  rapporto alla popolazione residente, spetta alla provincia di Brindisi  1 ogni 109 abitanti, seguita da Lecce  1 ogni 112; la provincia di Foggia è quella con il rapporto più basso 1 ogni 186 abitanti, comprendendo nel calcolo anche i tre comuni[1] della BAT; Taranto conta un protesto ogni 143  abitanti e infine Bari 1 ogni 167 (comprendendo la popolazione di sette [2] comuni dell’attuale Bat) .

Tab.3 – Numero e valore dei titoli protestati nelle province pugliesi –  1° semestre 2016

Province Assegni Cambiali Tratte non accettate Tratte  accettate Totale complessivo
N. effetti Importo N. effetti Importo N. effetti Importo N. effetti Importo N. effetti Importo
Bari 883 4.814.416,10 8396 12.629.012,77 406 358.481,64 24 27.119,72 9.709 17.829.030
Brindisi 191 523.664,68 3083 3.267.663,54 365 605.477,78 30 85.868,36 3.669 4.482.674
Foggia 418 2.174.886,59 3009 3.015.146,34 187 171.388,95 4 18.255,40 3.618 5.379.677
Lecce 525 1.768.077,64 6.491 5.767.208,18 146 213.751,67 18 23.172,90 7.180 7.772.210
Taranto 239 799.207,13 3757 3.087.088,85 35 30.897,52 60 32.161,30 4.091 3.949.355
Totale 2.256 10.080.252 24.736 27.766.120 1.139 1.379.998 136 186.578 28.267 39.412.947

 

I dati comunali[3]

Al comune capoluogo è riconducibile il numero più elevato  di titoli protestati: 1.580 per un valore di 1,9 milioni di euro. Segue il Comune di Poggiardo  con 1.283 titoli per un valore di 1 milione di euro e Gallipoli con 732 titoli in sofferenza per un valore di 1,1 milioni. I comuni di Carmiano, Guagnano, Salice Salentino, Santa Cesarea Terme e Zollino registrano un unico titolo protestato. Il valore medio più elevato (€ 7.173) spetta al comune di Campi salentina cui è imputato però un solo titolo, mentre Zollino  ha il valore medio più basso pari a € 50,00.

Tab. 4 – Numero e valore dei titoli protestati nei  comuni della  provincia di Lecce –  1° semestre 2016

COMUNI                 ASSEGNI           CAMBIALI TRATTE  NON ACCETTATE TRATTE ACCETTATE TOTALE
 N. Effetti Importo Effetti  N. Effetti Importo Effetti  N. Effetti Importo Effetti  N. Effetti Importo Effetti  N.Effetti Importo Effetti
ACQUARICA DEL CAPO 1 1.000,00 8 2.475,33 9 3.475,33
ALESSANO 20 33.525,42 3 252,00 23 33.777,42
ALLISTE 15 25.623,62 15 25.623,62
ARADEO 7 3.713,43 69 27.489,72 76 31.203,15
ARNESANO 12 8.610,92 12 8.610,92
CALIMERA 2 7.500,00 98 108.967,66 2 1.366,81 102 117.834,47
CAMPI SALENTINA 1 7.173,00 1 7.173,00
CAPRARICA DI LECCE 29 27.567,21 29 27.567,21
CARMIANO 1 300,00 1 300,00
CARPIGNANO SALENTINO 7 1.402,00 7 1.402,00
CASARANO 16 47.169,48 235 248.715,72 40 71.333,00 291 367.218,20
CASTRI DI LECCE 14 5.843,35 14 5.843,35
CASTRIGNANO DE’ GRECI 15 1.944,60 15 1.944,60
CASTRIGNANO DEL CAPO 8 7.104,79 50 39.778,68 58 46.883,47
CAVALLINO 4 5.098,81 56 46.637,70 60 51.736,51
COLLEPASSO 1 330,00 67 53.760,23 68 54.090,23
COPERTINO 21 122.084,02 125 92.053,06 6 10.321,26 152 224.458,34
CORIGLIANO D’OTRANTO 21 17.762,60 2 2.840,89 23 20.603,49
CORSANO 45 13.664,22 45 13.664,22
CURSI 10 660,00 10 660,00
CUTROFIANO 1 1.050,00 20 10.069,52 21 11.119,52
GAGLIANO DEL CAPO 1 1.200,00 30 16.776,03 31 17.976,03
GALATINA 9 140.177,20 199 214.365,02 12 9.767,27 220 364.309,49
GALATONE 6 20.771,99 96 45.669,33 102 66.441,32
GALLIPOLI 62 455.041,73 660 638.222,49 8 8.866,08 2 477,72 732 1.102.608,02
GUAGNANO 1 250,00 1 250,00
LECCE 107 286.574,76 1460 1.590.043,50 6 4.980,06 7 20.020,98 1.580 1.901.619,30
LEQUILE 45 33.052,10 45 33.052,10
LEVERANO 35 11.133,13 35 11.133,13
LIZZANELLO 3 3.526,11 157 75.079,89 5 4.683,81 165 83.289,81
MAGLIE 14 52.219,07 78 89.574,35 7 7.162,00 99 148.955,42
MARTANO 12 39.294,34 53 46.932,08 65 86.226,42
MARTIGNANO 2 600,00 2 600,00
MATINO 2 2.150,00 75 34.382,01 4 20.000,00 81 56.532,01
MELENDUGNO 7 20.192,97 56 71.405,79 63 91.598,76
MONTERONI DI LECCE 22 39.983,64 73 46.564,52 7 4.039,64 102 90.587,80
MONTESANO SALENTINO 38 21.321,60 38 21.321,60
MORCIANO DI LEUCA 9 3.786,20 9 3.786,20
NARDO’ 61 166.307,47 564 544.744,02 10 2.798,11 4 825,00 639 714.674,60
NEVIANO 30 16.946,19 3 28.066,79 33 45.012,98
NOVOLI 31 50.282,60 1 1.000,00 32 51.282,60
PARABITA 1 700,00 98 98.471,87 99 99.171,87
POGGIARDO 67 186.676,18 1209 887.785,58 7 3.948,64 1.283 1.078.410,40
PORTO CESAREO 10 13.791,96 10 13.791,96
PRESICCE 27 9.077,40 27 9.077,40
RUFFANO 5 17.455,40 125 122.954,00 20 29.117,44 150 169.526,84
SALICE SALENTINO 1 115,00 1 115,00
SALVE 13 1.967,00 13 1.967,00
SAN CESARIO DI LECCE 9 12.551,20 24 14.494,34 33 27.045,54
SAN DONATO DI LECCE 10 9.050,00 1 1.300,00 11 10.350,00
SAN PIETRO IN LAMA 4 6.755,24 18 9.392,20 22 16.147,44
SANTA CESAREA TERME 1 2.000,00 1 2.000,00
SECLI’ 2 160,00 2 160,00
SOLETO 1 4.224,07 37 19.019,45 1 480,26 39 23.723,78
SPECCHIA 2 10.587,76 45 23.408,91 47 33.996,67
SQUINZANO 4 2.700,00 4 2.700,00
SUPERSANO 4 2.024,44 38 48.998,48 42 51.022,92
SURBO 4 5.821,80 39 35.930,97 5 1.849,20 48 43.601,97
TAURISANO 4 3.832,83 21 14.269,60 1 479,61 26 18.582,04
TRICASE 3 5.414,30 32 23.583,32 1 400,00 36 29.397,62
UGENTO 3 5.736,59 141 74.269,48 3 1.800,00 147 81.806,07
UGGIANO LA CHIESA 2 1.000,00 2 1.000,00
VERNOLE 30 112.119,23 30 112.119,23
ZOLLINO 1 50,00 1 50,00
Totale complessivo 525 1.768.077,64 6.491 5.767.208,18 146 213.751,67 18 23.172,90 7.180 7.772.210,39