LECCE – Una sala consiliare affollatissima ha ospitato oggi, l’8° Raduno Provinciale dei Consigli Comunali dei Ragazzi e delle Ragazze (CCRR), celebrato in occasione del 27° anniversario della firma della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

A Palazzo dei Celestini a Lecce, Provincia e Unicef hanno dato vita, anche quest’anno, alla riunione dei sindaci junior, accompagnati dai sindaci adulti, dai  dirigenti scolastici e dai docenti, per presentare le attività programmate dai Consigli Comunali dei Ragazzi/e per l’anno sociale/scolastico 2016-17 e per raccontare le esperienze vissute nel corso dell’anno trascorso.

Ad aprire l’incontro ci ha pensato il presidente del Comitato provinciale Unicef Giovanna Perrella: “Noi adulti abbiamo il dovere di impegnarci perché il mondo sia veramente migliore per nostri ragazzi. Loro lavorano e discutono insieme per far rispettare i diritti dei bambini del territorio che rappresentano, coinvolgendo gli amministratori adulti. Il protagonismo dei ragazzi è fondamentale per la trasformazione della realtà sociale complessiva”.

Anche il prefetto di Lecce Claudio Palomba è intervenuto: “La Provincia di Lecce è la prima in Italia per numero dei Comuni che hanno realizzato i CCRR. Vedo che questo percorso si sta sempre più ingrandendo, con un consenso e una partecipazione rare in altre occasioni che ci vedono impegnati come rappresentanti delle istituzioni. L’impegno che possiamo garantire è di essere loro vicino e di avvicinarli alle istituzioni. Ad esempio, a gennaio li faremo approcciare al Comitato per l’Ordine pubblico, concordando un incontro per parlare di sicurezza, in particolare riguardo ai fenomeni informatici, e ascoltare le loro proposte”.

Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, ente promotore insieme all’Unicef dell’iniziativa che ogni anno si rinnova con maggiore spirito di appartenenza e ampia partecipazione ha sottolineato: “I nostri giovani, se coinvolti in modo appropriato sono pronti a mettersi in gioco e a scendere in campo. Il messaggio di oggi è proprio questo. Non è un’adesione formale o di facciata. Molto spesso, nei miei incontri in tutto il Salento, avverto la presenza, accanto ai sindaci, dei rappresentanti dei ragazzi. Questo dimostra che non è soltanto il momento dell’iniziativa, ma è il senso di un percorso che si realizza e si arricchisce di contenuti giorno dopo giorno. Ad esempio, accanto al tema della sicurezza, indicatore della qualità della vita di un territorio, occorrerà il loro contributo rispetto a tanti altri temi, come quello dei rifiuti e della qualità ambientale. Ognuno è un granello di sabbia che contribuisce al percorso virtuoso per restituire speranza e opportunità ai giovani e alle comunità. Abbiamo bisogno di voi, delle vostre idee, della vostra operosità”.

I sindaci di Corsano e Trepuzzi hanno ritirato dal presidente provinciale Unicef Giovanna Perrella e dal già presidente provinciale Unicef Reno Sacquegna, l’ambito riconoscimento di “Città Amica dei Bambini”, ottenuto al termine di un lungo percorso di attività sociali e solidali svolte nel proprio territorio.

Altri Comuni, poi, hanno ricevuto dal presidente Antonio Gabellone e dal dirigente provinciale del Servizio Tutela e valorizzazione ambientale Rocco Merico, insieme al funzionario del Servizio Ambiente Gianni Podo, un riconoscimento per le attività svolte in campo ambientale collegate all’iniziativa nazionale sul risparmio energetico “M’illumino di meno”, lanciata dalla nota trasmissione di Radio 2 Caterpillar. I conduttori, per l’occasione, hanno inviato a Lecce un video messaggio per ringraziare tutti i ragazzi per l’impegno profuso, per le numerose iniziative che il Salento ha saputo realizzare e per dare appuntamento con rinnovato entusiasmo alla nuova giornata, che sarà il 24 febbraio 2017.

Scambio di testimone, poi, tra i sindaci dei Comuni che hanno realizzato l’anno scorso le attività delle Olimpiadi dell’amicizia (musica, giochi, grafica, scrittura creativa, orienteering), simboleggiate da coccarde di diversi colori, e quelli che le attueranno quest’anno. Premiati, dal prefetto Claudio Palomba, anche i Consigli comunali dei Ragazzi che hanno scelto lo sport tra le loro attività e che hanno ospitato il  Torneo internazionale di calcio giovanile Trofeo Caroli Hotels.

Infine, la manifestazione si è conclusa con un suggestivo giuramento da parte dei sindaci dei Ragazzi e delle Ragazze che prevede, tra l’altro, l’impegno “a portare avanti la voce delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi che vivono nel nostro territorio affinché vengano rispettati i loro diritti”.

Erano presenti anche il componente dello staff del presidente Antonio Del Vino e i consiglieri provinciali Nunzio Dell’Abate e Giovanni Siciliano.

I Comuni partecipanti o invitati al Raduno sono 78: Acquarica del Capo, Alezio, Alliste, Arnesano, Bagnolo del  Salento, Calimera, Campi Salentina, Cannole, Caprarica, Carmiano, Carpignano Salentino, Casarano, Castrì, Castrignano dei Greci, Castro, Cavallino, Collepasso, Copertino, Corigliano d’Otranto, Corsano, Cursi, Cutrofiano, Galatone, Gallipoli, Giurdignano, Guagnano, Lecce, Lequile, Leverano, Maglie, Martano, Martignano, Matino, Melendugno, Melissano, Melpignano, Miggiano, Minervino, Monteroni, Morciano di Leuca, Muro Leccese, Nardò, Nociglia, Novoli, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Patù, Poggiardo, Presicce, Racale, Ruffano, Salice Salentina, Salve, San Cesario, San Donato, San Pietro in Lama, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Scorrano, Sogliano Cavour, Soleto, Spongano, Squinzano, Sternatia, Surano, Supersano, Surbo, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Trepuzzi, Tricase, Tuglie, Ugento, Uggiano La Chiesa, Vernole, Zollino.