SALENTO – Nei giorni scorsi l’Istat ha diffuso i dati sul commercio estero, da cui si evince che da gennaio a settembre le imprese salentine hanno esportato prodotti per un ammontare di oltre 369 mln di euro, con un lieve incremento (+0,82%) rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, mentre le importazioni ammontano a 220,5 mln di euro con un saldo positivo pari a 149,2 mln di euro. L’export nazionale nel medesimo periodo ha registrato una variazione dello 0,50% sintesi dell’aumento registrato dalle regioni meridionali (+10,6%), nord –orientale e centrale (+1,5% entrambe) e del calo delle aree insulari (-21,3%) e nord occidentali (-0,8%). Anche la regione Puglia registra una variazione negativa del -2,4%, mentre tra le regioni che hanno contribuito positivamente alla crescita delle esportazioni italiane troviamo la Basilicata (+76,6%) e l’ Abruzzo (+12,2%), mentre il Piemonte (-4,9%, Sicilia (-21,2%) e Sardegna (-21,4%) hanno contribuito negativamente.

Figura 1 – Valore delle esportazioni delle province pugliesi e incidenza % sull’export della Puglia – gennaio –settembre 2016

Tra le province pugliesi, quella brindisina ha realizzato l’incremento più consistente (+15,7%) per un volume vendite estere di circa 700 mln di euro che rappresentano il 12,5% dell’ export pugliese. Subito dopo troviamo la provincia di Foggia (+7,8%) con un volume d’affari estero di 570 mln di euro e un peso sull’export regionale del 9,8%, segue la Bat (+7%) con 382,5 mln di fatturato e un’incidenza percentuale del 6,6% sulle esportazioni della regione. Il contributo più importante, il 48,5%, all’export della Puglia lo dà la provincia di Bari che registra un fatturato di 2,8 miliardi di euro, diminuito del 7,2% rispetto al medesimo periodo del 2015. Il contributo alle vendite estere regionali della provincia salentina è del 6,4%, che registra però un saldo positivo (+ 149 mln) unitamente a Foggia (+ 151,7 mln) e Bari (+3,2 mln); negativi i saldi di Taranto (-584 mln), Brindisi (- 74 mln) e della Bat (-11 mln).

 Figura 2 – Esportazioni provincie pugliesi, regione Puglia e Italia – Var % gennaio settembre 2015/16

I settori

Il settore economico che contribuisce in maniera consistente alle vendite estere della provincia di Lecce, rappresenta infatti il 42% dell’export complessivo, si conferma quello dei macchinari e apparecchiature con un volume d’affari di 154,6 mln e un incremento dell’1,4% rispetto ai primi tre trimestri del 2015. Subito dopo è il comparto dei prodotti in pelle (calzature) a contribuire in maniera consistente con un fatturato di 38,3 mln, in flessione però rispetto al medesimo periodo del 2015 (-4,2%); le vendite estere di abbigliamento registrano invece un incremento del 14,5% e un volume d’affari di 36 mln. In crescita del 16,2% le esportazioni di bevande (vino) che registrano vendite all’estero per 23,7 mln di euro. I prodotti i metallo registrano un fatturato di 22,6 mln di euro e una flessione del 5,45%, mentre gli altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi chiudono i primi nove mesi dell’anno con una flessione del 38,5% e un fatturato di 13 mln di euro.

Le importazioni registrano complessivamente una diminuzione del 2,5% e la fetta più consistente, pari a 32,6 mln, è riconducibile ai prodotti alimentari, pur diminuiti del 5,7% nel periodo considerato. In particolare si importa dall’estero carne per un valore di 16,2 mln di euro, pesce lavorato e conservato per 8,8 mln e prodotti lattiero caseari per 3,4 mln. Le imprese salentine importano prodotti agricoli e animali per circa 20 mln, diminuiti del 9,4% rispetto ai primi tre trimestri del 2015, rappresentati soprattutto da prodotti di colture permanenti per 10,3 mln e pesce fresco per 2,9 mln di euro. Ragguardevoli le importazioni di macchinari e apparecchiature per 21,8 mln, cresciute del 15,4%, e degli articoli in gomma e materie plastiche per un importo di 18 mln di euro anch’ esse aumentate del 15,4%. Le importazioni di articoli in pelle (calzature) ammontano a 13,8 in diminuzione del 13% rispetto al medesimo periodo del 2015, mentre le importazioni di capi di abbigliamento registrano un incremento di circa il 3% per un valore di 12, 6 mln.

Tavola 1 – Import-export della provincia di Lecce – gennaio-settembre 2015-2016

Divisioni IMP2015 IMP2016 EXP2015 EXP2016 imp var % 15/16 exp var % 15/16
AA01-Prodotti agricoli, animali e della caccia 22.064.171 19.996.310 10.765.944 10.737.799 -9,37 -0,26
AA02-Prodotti della silvicoltura 133.052 50.257 3.156 8.137 -62,23 157,83
AA03-Prodotti della pesca e dell’acquacoltura 2.824.281 2.911.242 13.768 3.784 3,08 -72,52
BB07-Minerali metalliferi 0 0 0 0
BB08-Altri minerali da cave e miniere 785.097 646.457 60.278 140.298 -17,66 132,75
CA10-Prodotti alimentari 34.659.713 32.684.136 8.964.431 11.101.923 -5,70 23,84
CA11-Bevande 894.247 1.002.852 20.467.365 23.779.738 12,14 16,18
CA12-Tabacco 0 0 0 0
CB13-Prodotti tessili 6.126.784 6.258.289 7.654.901 7.321.663 2,15 -4,35
CB14-Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) 12.290.216 12.642.171 31.543.794 36.131.309 2,86 14,54
CB15-Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili 15.949.563 13.851.445 39.998.039 38.333.949 -13,15 -4,16
CC16-Legno e prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio 4.461.894 4.446.769 1.228.631 951.943 -0,34 -22,52
CC17-Carta e prodotti di carta 3.175.315 3.358.883 927.272 787.242 5,78 -15,10
CC18-Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati 5.472 2.014 0 0 -63,19
CD19-Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio 181.017 1.788.906 39.400 0 888,25 -100,00
CE20-Prodotti chimici 4.573.365 3.941.382 6.423.614 7.524.560 -13,82 17,14
CF21-Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici 8.379.318 5.221.678 1.816.334 4.577.752 -37,68 152,03
CG22-Articoli in gomma e materie plastiche 15.720.839 18.145.138 9.983.383 7.752.883 15,42 -22,34
CG23-Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi 3.932.294 5.810.344 21.280.181 13.088.989 47,76 -38,49
CH24-Prodotti della metallurgia 18.119.722 10.802.931 4.997.143 5.536.990 -40,38 10,80
CH25-Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature 8.360.945 5.887.318 23.980.954 22.674.617 -29,59 -5,45
CI26-Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi 7.157.913 6.565.489 5.183.971 2.851.698 -8,28 -44,99
CJ27-Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche 9.701.815 5.665.271 3.048.855 2.139.200 -41,61 -29,84
CK28-Macchinari e apparecchiature nca 18.891.604 21.794.940 152.479.282 154.657.860 15,37 1,43
CL29-Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi 10.157.233 8.580.663 8.319.547 10.075.406 -15,52 21,11
CL30-Altri mezzi di trasporto 608.284 4.678.375 1.505.548 1.982.268 669,11 31,66
CM31-Mobili 2.918.171 4.694.261 1.544.767 1.863.835 60,86 20,65
CM32-Prodotti delle altre industrie manifatturiere 10.358.715 9.827.019 2.403.235 3.617.474 -5,13 50,53
EE38-Prodotti delle attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; prodotti dell’attività di recupero dei materiali 3.084.293 8.854.514 36.199 1.515.199 187,08 4085,75
JA58-Prodotti delle attività editoriali 192.223 242.138 52.652 74.674 25,97 41,83
JA59-Prodotti delle attività di produzione cinematografica, video e programmi televisivi; registrazioni musicali e sonore 20.105 23.372 0 0 16,25
MC74-Prodotti delle altre attività professionali, scientifiche e tecniche 0 0 0 0
RR90-Prodotti delle attività creative, artistiche e d’intrattenimento 20.148 13.463 81.627 83.735 -33,18 2,58
RR91-Prodotti delle attività di biblioteche, archivi, musei e di altre attività culturali 1.628 3.376 0 0 107,37
VV89-Merci dichiarate come provviste di bordo, merci nazionali di ritorno e respinte, merci varie 458.145 157.539 1.937.294 439.328 -65,61 -77,32
Totale 226.207.582 220.548.942 366.741.565 369.754.253 -2,50 0,82

 

I Paesi

I mercati europei assorbono il 72% dell’export salentino per un ammontare complessivo di 265,7 mln di euro con un lieve incremento del 3,6% rispetto ai primi nove mesi del 2015. La Francia si conferma il partner commerciale più importante con 41 mln di merci acquistate (l’11% delle esportazioni salentine), in particolare le imprese francesi acquistano macchinari e apparecchiature (13,8 mln), prodotti in metallo (8,2 mln), calzature (6,9 mln). Le importazioni dalla Francia (34,7 mln) riguardano soprattutto i prodotti alimentari (11,5 mln) in particolar modo la carne (10 mln). Tra i paesi europei, subito dopo i cugini francesi, troviamo la Svizzera e la Germania, rispettivamente, con 38,3 e 32,8 mln di fatturato verso tali paesi. L’export verso il paese elvetico nei primi tre trimestri dell’anno è cresciuto del 28% e riguarda soprattutto l’abbigliamento (14,8%), le calzature (9,8 mln) e le bevande (vino), mentre le importazioni sono piuttosto esigue per un valor complessivo di 1,1 mln. Le esportazioni verso la Germania (+8,7%) sono rappresentate da macchine e apparecchiature (13,8), prodotti agricoli (4,8 mln) e vino (4,4 mln), mentre tra i prodotti più importati troviamo i prodotti alimentari (3,9 mln), in particolare lattiero-caseari (circa 2 mln) e carni (1,8 mln); le importazioni dalla Germania sono complessivamente pari a 37,7 mln di euro.

Figura 3 – Esportazioni della provincia di Lecce per continente di destinazione – gennaio-settembre 2016

Fonte: Istat – Elaborazioni Ufficio Statistica e Studi

La Turchia nel periodo considerato è il quinto partner commerciale del Salento, con 18,4 mln di merci esportate e 13,7 mln importate, anche se tra gennaio e settembre l’export verso tale paese ha registrato una flessione del 23%; la Turchia acquista dalle nostre imprese soprattutto macchine e apparecchiature (17,8), mentre le imprese salentine importano soprattutto capi di abbigliamento (4,6mln). Un altro importante mercato per le imprese salentine è la Gran Bretagna che acquista beni per un valore di 18,3 mln, dei quali 12,2 costituiti da macchine e apparecchiature, mentre le importazioni verso tale paese sono pari a 2,4 mln.

I mercati americani assorbono circa l’11% delle nostre esportazioni per un fatturato di 40 mln di euro, di questi 36 milioni verso gli Stati Uniti d’ America, fatturato sostanzialmente stabile (+1,6%) rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. Sono soprattutto macchine e apparecchiature che vengono esportate verso gli U.S.A. per un valore di 24,3 mln di euro e capi di abbigliamento per un valore di 4,6 mln.

Verso i paesi asiatici le imprese salentine esportano 31 mln di euro (l’8,4% del totale delle esportazioni) cresciute di circa il 32% nei primi nove mesi di quest’anno rispetto all’anno scorso. Il principale partners commerciale asiatico delle imprese leccesi, escludendo la Turchia, a metà strada tra l’Europa e l’Asia, è Hong Kong verso cui si esportano merci per circa 3 mln di euro, del tutto marginali le importazioni.

I paesi africani complessivamente acquistano merci per un valore di 27 mln di euro (7,4% delle esportazioni salentine), in diminuzione rispetto lo scorso anno (28,9%). L’Algeria è il principale mercato di sbocco dell’export salentino con un fatturato pari a 14,3 mln di euro, di cui 6,4 mln riconducibili ad altri minerali non metalliferi (cemento, calce e gesso) e 5,5 a macchinari e apparecchiature.

Tavola 2 – I principali paesi dell’import-export della provincia di Lecce – gennaio-settembre 21015/2016

Paesi IMP2015 IMP2016 EXP2015 EXP2016 imp var % 15/16 exp var % 15/16
 Francia     23.844.394     22.598.289     42.826.720     41.042.608 -5,23 -4,17
 Svizzera           906.392        1.149.170     29.928.358     38.306.971 26,79 28,00
 Stati Uniti        7.208.756        8.901.115     35.377.848     35.946.381 23,48 1,61
 Germania     35.027.183     37.704.789     30.189.319     32.820.143 7,64 8,71
 Turchia     16.265.173     11.514.476     23.971.469     18.451.150 -29,21 -23,03
 Regno Unito        1.983.128        2.442.258     18.472.487     18.370.665 23,15 -0,55
 Spagna     11.930.819     11.709.159     10.876.130     14.381.857 -1,86 32,23
 Algeria           640.114           919.886     17.271.843     14.350.996 43,71 -16,91
 Albania     16.992.687     12.443.939     19.030.973     14.177.353 -26,77 -25,50
 Paesi Bassi     12.875.293     11.359.524        9.824.021     10.020.388 -11,77 2,00
 Svezia        1.011.172        1.321.526        5.590.350        8.818.606 30,69 57,75
 Belgio        6.938.634        5.247.086        8.791.231        7.234.665 -24,38 -17,71
 Bulgaria        2.199.273        1.284.089        2.691.397        6.673.837 -41,61 147,97
 Danimarca           424.087           673.511        8.480.801        6.216.655 58,81 -26,70
 Austria        4.457.565        4.878.546        4.266.409        5.825.657 9,44 36,55
 Repubblica ceca           642.910           531.283        4.795.124        5.260.801 -17,36 9,71
 Polonia        4.992.417        5.218.783        4.006.353        4.281.828 4,53 6,88
 Australia        1.278.941             14.850        3.809.396        4.176.287 -98,84 9,63
 Tunisia        1.710.455        1.428.239        3.899.118        3.994.394 -16,50 2,44
 Israele           173.806        1.401.505           973.741        3.740.989 706,36 284,19
 Grecia        4.005.344        5.684.319        4.256.323        3.722.717 41,92 -12,54
 Giappone           193.589           372.804        3.101.231        3.544.136 92,57 14,28
 Ungheria        2.366.175        7.296.455        2.176.679        3.527.280 208,36 62,05
 Romania        4.251.348        4.266.133        2.953.385        3.482.935 0,35 17,93
 Croazia           810.673           740.039        3.581.044        3.402.864 -8,71 -4,98
 Slovenia           331.162           387.408        2.633.082        3.390.440 16,98 28,76
 Totale mondo   226.207.582   220.548.942   366.741.565   369.754.253 -2,50 0,82