LECCE – Acque ancora troppo agitate nel Pd: polemiche e veleni tra compagni di partito non si arrestano. Secondo la segreteria provinciale, persino Fornari chiuderebbe su Stefano. Il senatore ex vendoliano, pur non avendo sciolto la riserva, ha il placet del governatore Michele Emiliano. Continuano, invece, insistentemente a fare la guerra per le primarie Rotundo e Foresio (quest’ultimo pronto a correre per la poltrona di sindaco di Lecce): la segreteria non li accontenterà. Lacarra lo ha chiarito mesi fa: non se ne parla proprio. Inoltre, il segretario regionale del Partito Democratico ha anche spiegato che non ci sarebbe più il tempo di organizzare le consultazioni di base.

Dalla segreteria regionale hanno più volte spiegato che l’ultima parola spetta alla segreteria provinciale. I vertici provinciali, però, vogliono attendere che tutti si convincano: il dialogo va avanti da molto e per ora sono riusciti a sminare solo la candidatura di Sergio Blasi. Intanto, Stefano ha parlato chiaro: per candidarsi vuole un partito coeso a suo supporto. Il senatore vuole garanzie, non vuole fare passi falsi.

Garcin

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − 6 =