LECCE – Rocco Candido, titolare del locale Orient Express di Lecce, è morto nelle scorse ore dopo una breve, ma terribile malattia che gli ha stroncato la vita a 56 anni. Da questa mattina la voce ha iniziato a rincorrersi sui profili Facebook dei suoi clienti affezionati, ovunque si poteva leggere il suo nome, “Rocco”, seguito da messaggi di cordoglio pieni di sentimento.

Perché Rocco non era semplicemente il titolare di un locale qualsiasi: da quando ha aperto in via Palmieri, alla fine degli anni 80, il suo “Orient Express” si è guadagnato la fama di luogo culto della città, sempre fedele a se stesso, oltre le mode, con un’identità forte, la stessa che ha permesso all’Orient di diventare una roccaforte di giovani studenti, professionisti, clienti affezionati, avventori occasionali, di chiunque volesse bere un bicchiere e fare due chiacchiere senza il chiasso della movida attorno.

Entrando all’Orient si respirava profumo di vita vissuta, di bar che ne hanno sentite di ogni, ma sottovoce, con discrezione, con i volti illuminati dalle luci basse: ci sono passate matricole decise a cambiare il mondo, delusi d’amore, nemici al tavolo da biliardo, tutti serviti da Rocco. Una birra fresca sui gradini di fronte all’Orient e l’estate sembrava meno calda. Rocco incarnava il suo locale e il suo locale era unico per questo. E mancherà a tutti, agli amici, a chi lo frequentava spesso, a chi si fermava di rado. A chi, passando per via Palmieri, alzava gli occhi per scrutarne l’insegna e ricordare i vent’anni, dicendosi “un giorno rimetterò piede qui”.

Adesso, Rocco non c’è più e via Palmieri non sarà più la stessa.
JJ