ROMA – Mauro Giliberti è nella Capitale, negli studi della RAI, ed è lì che apprende la notizia, mentre lavora, che Berlusconi ha dato l’ok. Sarà una giornata intensa per lui: ora dovrà capire insieme a Vespa come gestire l’aspettativa dall’azienda televisiva. Naturalmente, il giornalista non rilascia ancora dichiarazioni: non sarebbe corretto. Il centrodestra aveva già dato il placet, ma bisognava attendere l’ultimo responso dei vertici romani forzisti: il leader indiscusso ha detto sì. Per il centrodestra strada tutta in discesa, anche se c’è da sminare la candidatura di Delli Noci. L’ex assessore all’Innovazione si è fatto portavoce di un malessere che serpeggia anche tra i CoR, quando ha detto che un’intera classe politica è stata delegittimata. In effetti, c’è un forte malumore dovuto al fatto che alcuni, dopo anni di gavetta e tanto consenso raccolto, ora siano stati scavalcati da un noto giornalista, che però non ha mai avuto esperienze istituzionali.

Per impedire passaggi nella squadra dell’ex assessore all’Innovazione i vertici forzisti e fittiani in queste ore stanno facendo un grande lavoro di diplomazia. C’è, invece, chi festeggia per aver impedito l’implosione del centrodestra candidando a sindaco di Lecce un personaggio nuovo, lontano dai soliti faccioni della politica locale, anche se capace di dialogare con tutti i leader.

Gaetano Gorgoni

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × uno =