NOVOLI (Lecce) – Le volte neogotiche e le statue di cartapesta del Manzo del Convento dei passionisti di Novoli faranno da sfondo al concerto per organo e percussioni “Fuochi d’artificio” che si terrà il 13 gennaio, alle 19.30. L’iniziativa si inserisce nella rassegna “Un mese di fuoco” organizzato dalla Fondazione fòcara di Novoli nell’ambito delle iniziative per la festa di Sant’Antonio Abate 2017.

Prettamente attinente alla tematica del “fuoco” che contrassegna la festa in onore di Sant’Antonio Abate, il programma prevede, oltre alle musiche di Meyerbeer, Tchaikovsky, Puccini, Petrali, Strauss, Morleo, anche l’esecuzione, per la prima volta nel Salento, della Royal Fireworks Music (Musica per i reali fuochi d’artificio), la suite orchestrale HWV 351 composta da G. F. Händel nel 1749 in occasione della firma del trattato di Aquisgrana del 18 ottobre 1748, che pose fine alla guerra di successione austriaca.

La singolare e interessante esibizione concertistica vedrà protagonista l’Organo come strumento principe e guida, affiancato, di volta in volta, dall’intervento ritmico e melodico delle percussioni (timpani, glokenspiel e marimba), con l’esecuzione di programmi stimolanti e innovativi rispetto alle classiche e tradizionali esecuzioni solistiche.

L’intento della manifestazione è anche quello di riavvicinare agli eventi organistici un pubblico più vasto e articolato, per la rivalutazione di una tradizione musicale, patrimonio storico della città di Novoli, unica cittadina del circondario, se si eccettua Lecce, ad essere dotata di ben quattro organi a canne, di cui il più antico risalente alla fine del ‘700.

Ad esibirsi, due eclettici musicisti di indiscussa fama internazionale.

All’organo il M°. Margherita Sciddurlo, titolare della cattedra di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio “N. Rota “di Monopoli, nonché autrice di diversi metodi didattici, tra i quali, di recente, “Giochiamo con i ritmi e con i suoni”, volto alla diffusione della musica nella scuola primaria.

Alle percussioni il M°. Luigi Morleo, docente di Strumenti a Percussione presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari, compositore di colonne sonore, sonorizzazioni dal vivo per film, spettacoli di teatro, danza e video-arte. Con la Myth Ensemble ha realizzato lo spettacolo multimediale “I viaggi di Enea” collaborando con la New York University, University California Irvine e Istituto Europeo di Design di Roma.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 2 =