GALATONE (Lecce) – Il blitz nella sua abitazione ha avvalorato i sospetti dei militari, che da tempo avevano notato un viavai di tossicodipendenti dalla sua dimora: in casa, infatti, custodiva marijuana ed hashish pronti per lo spaccio.

Nei guai, nella serata di ieri, è finito un pescatore 53enne di Galatone, già noto alle forze dell’ordine: si tratta di Giovanni Terragno, arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno rinvenuto ben 345 grammi di marijuana nonché 79 grammi di hashish suddivisi in dodici stecche.

Ma non è tutto: l’ispezione dei carabinieri ha infatti permesso il ritrovamento anche di un bilancino di precisione e del materiale utile al confezionamento delle dosi. Tutto ciò che è stato ritrovato nella casa del 53enne è stato sequestrato così come la somma di 545 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Sentito il parere del pubblico ministero di turno, Terragno è stato arrestato in flagranza di reato e ristretto presso la Casa Circondariale di Lecce.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 5 =