SALENTO – Sindaci salentini a raccolta per confrontarsi e avanzare proposte in vista della redazione finale da parte della Regione Puglia del Piano triennale delle politiche per le migrazioni 2017 – 2020, che sarà varato dal Consiglio regionale in primavera.

L’appuntamento è la seconda tappa del percorso partecipato avviato dalla Regione (MICs, Migrazione condivisa e sostenibile), al quale aderisce la Provincia di Lecce insieme alle altre Province pugliesi, e partito proprio dal Salento nei giorni scorsi.

L’incontro con gli amministratori locali salentini, promosso dalla Presidenza della Giunta Regionale – Sezione Sicurezza del cittadino, politiche per le migrazioni ed antimafia sociale, è stato convocato dal presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, per lunedì prossimo 20 febbraio, alle ore 11, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini, a Lecce.

Interverranno il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e gli assessori regionali Loredana Capone (Sviluppo economico, Competitività, Attività economiche e consumatori, Energia, Reti e Infrastrutture materiali per lo sviluppo, Ricerca Industriale e Innovazione), Sebastiano Leo (Formazione e Lavoro, Politiche per il lavoro, Diritto allo studio, Scuola, Università, Formazione Professionale) e Salvatore Negro (Welfare, Politiche di Benessere sociale e Pari Opportunità, Programmazione sociale ed integrazione socio-sanitaria).

L’appuntamento segue la riunione con le realtà attive del territorio salentino, svoltasi il 9 febbraio scorso negli spazi del Cineporto di Lecce. Lunedì prossimo, a Palazzo dei Celestini, saranno esposti agli amministratori locali proprio i risultati emersi dalla discussione con i cittadini, le associazioni, le organizzazioni sindacali e datoriali e gli enti che operano nel settore dell’immigrazione nel Salento, e saranno quindi analizzate le priorità indicate.

Il programma della Regione Puglia per scrivere il Piano triennale delle politiche per le migrazioni 2017 – 2020 prevede l’organizzazione nelle sei province pugliesi di due momenti di approfondimento partecipato: uno rivolto al territorio ed ai soggetti che vi operano ed uno rivolto ai sindaci. Quattro i tavoli tematici di confronto: politiche del lavoro, politiche abitative, politiche per la salute e politiche per l’integrazione.

Al termine degli incontri in ciascuna provincia, ci sarà un momento finale in cui la Regione presenterà i risultati e indicherà le linee guida sulle quali, in tempi rapidi, sarà redatto il Piano che sarà presentato, in primavera, per la sua approvazione in Consiglio.

Secondo i dati pubblicati dalla Regione Puglia, al 31 dicembre 2015 risultano essere residenti nella nostra regione 122.724 cittadini stranieri, con un’incidenza del 3% sulla popolazione totale (al di sotto della media del Sud Italia 4,0% e lontano da quella nazionale 8,3%). In Puglia è presente il 2,4% del totale degli immigrati residenti in Italia.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + 18 =