Gara dai due volti per i giallorossi guidati da Fabio Saccomanno che prima schiacciano il Turi, portandosi rapidamente sul 2-0, e poi crollano incredibilmente subendo rimonta e sconfitta.

La schiacciante superiorità messa in campo nei primi due parziali non è bastata a conquistare punti importantissimi in chiave salvezza diretta. Bel gioco col minimo sforzo, avanti nel punteggio, sembrava fatta, poi nel terzo set, un netto calo fisico della Laica Lecce ha aperto la strada ai padroni di casa del Turi, molto bravi a reagire ed a mettere in campo un rendimento in difesa determinante negli scambi decisivi.

A questo punto del campionato, ai ragazzi della Laica non sono più concessi passi falsi. Mancano solo quattro partite alla fine della stagione regolare e la prossima difficile sfida casalinga con il forte Tricase, in programma sabato 26 marzo, non consente cali di tensione.

 

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.