PORTO CESAREO (Lecce) – Continuano i controlli da parte delle autorità  per verificare la tracciabilità degli alimenti che vengono venduti nei locali. Questa mattina la Guardia Costiera di Porto Cesareo ha sequestrato 160 chilogrammi di cozze nere e circa 800 ricci di mare perchè detenuti, all’interno di alcune celle frigo di un deposito di un ristorante, in assenza di qualsiasi documento od etichetta in grado di attestare la tracciabilità del prodotto ittico.

I militari, insieme ai veterinari dell’Asl di Copertino, chiamati ad intervenire per gli accertamenti di competenza, hanno proceduto all’elevazione di una sanzione amministrativa di mille e 500 euro ed al sequestro del pescato. Gli echinodermi, accertato il loro stato,  sono stati rigettati in mare.