ALLISTE (Lecce) – Tentò di mettere a segno una rapina per poi compiere un furto. Tutto nella stessa notte. Giuseppe Protopapa, 30enne di Alliste, è stato condannato in abbreviato ad 1 anno e 4 mesi di reclusione dal gup Michele Toriello. Il giovane finì in manette nella notte tra il 9 e il 10 febbraio. Aveva appena compiuto un furto in un’abitazione disabitata quando venne fermato e arrestato. Protopapa si era reso responsabile anche di una tentata rapina di un autocarro Fiat Iveco.

Scoperto dal figlio mentre armeggiava all’interno della cabina, Protopapa minacciò il giovane “di fare il bravo per non spararlo”. Poche ore dopo, il 30enne si spostò da Alliste a Racale per svaligiare un’abitazione disabitata. Protopapa riuscì a trafugare  un televisore munito di relativo decoder e di una scopa elettrica. I militari avevano già avviato le ricerche di Protopapa dopo il tentativo di rapina.

Le indicazioni fornite e gli accertamenti consentirono di concentrare i sospetti su Protopapa, nel frattempo rincasato. Venne così rintracciato nella sua abitazione e la refurtiva restituita al legittimo proprietario. L’imputato, libero subito dopo l’udienza di convalida, era difeso dall’avvocato Francesco Fasano.

F.Oli.



CONDIVIDI