Lecce – Per gli amanti della natura e delle escursioni è in arrivo un weekend all’insegna dell’avventura: due giorni “in cammino sulla via Francigena da Acaya a Otranto” organizzato dall’associazione di promozione sociale Il Giunco. Ben 45 chilometri da percorrere a piedi fra ulivi, cripte e chiese, seguendo in buona parte l’antico tracciato percorso dal pellegrino di Bordeaux che nel 333 d. C. arrivò nelle terre salentine di ritorno dalla Terra Santa.

Si parte sabato 22 aprile precorrendo circa 25 chilometri da Acaya a Cannole, per proseguire domenica 23 da Cannole sino ad Otranto percorrendo gli altri 20 chilometri. Non mancheranno soste presso luoghi suggestivi della storia del territorio. Inoltre, è possibile partecipare ad un solo giorno dei due previsti in totale.

La via Francigena pugliese, per i pellegrini di un tempo collegamento con l’Oriente e la Terra Santa grazie alla presenza di porti d’imbarco, sono oggi una riscoperta per i “viandanti moderni” sempre più in cerca di un contatto con il territorio incontaminato, alla scoperta di luoghi di culto, lontani dal caos urbano.

Il comitato promotore per il riconoscimento, la salvaguardia e la valorizzazione del percorso salentino della via Francigena è composto dall’associazione Via Francigena Pugliese (Università del Salento – Dipartimento di Beni Culturali), associata all’associazione europea delle vie Francigene (AEFV), e da Fondazione Moschettini, Arci Lecce, Rete Civica per la Tutela del Paesaggio e del Patrimonio Artistico e Archeologico di Puglia, lavora per la promozione di comunità accoglienti e la creazione di servizi e strutture destinate ai viandanti, nella convinzione che le vie Francigene costituiscano un’importante occasione di valorizzazione dei territori in tutte le loro valenze.

M. Latronico

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 − uno =