LECCE – Ha lottato per tanti giorni tra la vita e la morte prima che il suo cuore cessasse di battere per sempre. Non ce l’ha fatta Zaira Palumbo, di 42 anni, vittima il 7 aprile scorso di un grave indicente stradale, accaduto alle 8 circa lungo viale dello Stadio, poco distante dalla scuola elementare del quartiere, nei pressi della chiesa S. Massimiliano Kolbe.

Mamma e figlio di undici anni, erano diretti verso l’istituto scolastico, quando il conducente di una Dacia Sandero, li ha travolti in pieno sulle strisce pedonali.

Soccorsi dalle ambulanze del 118, sia la donna che il ragazzino sono stati trasportati d’urgenza in ospedale: la 42enne con codice rosso, il figlio con codice giallo. Le condizioni della madre del bambino erano da subito apparse gravissime tant’è che i medici dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, si erano riservati la prognosi.

La donna in coma era stata ricoverata dapprima nel reparto di Rianimazione e poi, il 2 maggio scorso, trasferita nella clinica leccese “Villa Verde”, dove stamattina, purtroppo, il cuore della donna ha cessato di battere.

Le indagini sul grave incidente sono svolte dalla Polizia Municipale di Lecce.