CAVALLINO (Lecce) – Un gesto indegno quello di cui si sono resi protagonisti coloro che hanno ferito a colpi di fucile e lasciato morire un cagnolino nel comune di Cavallino.

La rabbia e l’indignazione del sindaco e dell’amministrazione comunale si manifesta a gran voce anche attraverso un duro post su Facebook con cui il sindaco Bruno Ciccarese Gorgoni condanna il gesto e garantisce pene severe per i responsabili.

“L’Amministrazione Comunale di Cavallino condanna duramente l’esecrabile, vile e ignominioso episodio che ha visto morire un povero e indifeso cagnolino sotto i colpi di fucile esplosi da qualcuno che, senza timore alcuno di poter essere smentiti, merita di essere definito incivile oltreché avulso da una  comunità progredita come è quella di Cavallino e del resto del mondo. Gesti del genere, che incontrano il biasimo di ogni buon cittadino, suscitano nelle coscienze di ognuno sentimenti di sconforto nel pensare che nel Terzo Millennio possano ancora resistere comportamenti degni solo di una società cavernicola. Ogni azione che rientra nelle competenze dell’Amministrazione Comunale e della Polizia Municipale, affinché possa essere individuato e denunciato l’autore dell’abbietto gesto, è stata già intrapresa, confidando nella collaborazione di quanti possono essere stati testimoni e, soprattutto, auspicando che malvagità del genere non possano verificarsi mai più.