di Claudio Tadicini

TREPUZZI (Lecce) – I rapinatori lo hanno atteso sull’uscio dell’ufficio postale, intenzionati ad “alleggerirlo” dei contanti che stava andando a depositare. Davanti ai banditi ed alla pistola che impugnavano, tuttavia, non si è arreso. E dopo una breve colluttazione, costatagli anche un colpo al viso col calcio dell’arma, è riuscito a metterli in fuga.

È accaduto intorno alle 11 davanti l’ufficio postale di Trepuzzi, dove due individui travisati hanno provato a rapinare il 55enne Maurizio Passante, titolare insieme alla moglie di una tabaccheria in largo Margherita.

Sorpreso dai banditi, che probabilmente lo hanno seguito e conoscevano le sue abitudini, l’uomo non ha ceduto alle minacce dei rapinatori, che per tutta risposta lo hanno colpito con il calcio della pistola al volto, costringendolo così a cedere loro una busta con all’interno monete per un totale di 200 euro circa. Per sua fortuna, la vittima della rapina sarebbe riuscita a “salvare” il resto dell’incasso che doveva versare alle Poste.

Soccorso da un’ambulanza del 118, il 55enne non ha riportato gravi conseguenze. Sull’episodio indagano i carabinieri della stazione locale e gli investigatori del Norm della Compagnia di Campi Salentina.