GALATONE (Lecce) – Nessun apparentamento ufficiale per il ballottaggio. Questo il risultato delle consultazioni politiche e delle possibili aperture di coalizione avviate sia dal candidato sindaco di centro sinistra Flavio Filoni che dal candidato sindaco di centro destra Livio Nisi dopo il superamento del primo turno e che ora li vede sfidanti nel ballottaggio di domenica 25 giugno per eleggere il nuovo sindaco delle Città di Galatone.

«Oggi, a confronti conclusi, possiamo dire che il nostro tentativo di fare sintesi è stato trasparente e necessario – afferma Nisi – perché la città non ha compreso le divisioni del centrodestra. È una campagna elettorale dura in cui hanno inciso le aspirazioni personali strumentalizzate dal centrosinistra per diffondere tra gli elettori paure infondate e odio verso la mia persona».

In sintesi nessun accordo, con nessun candidato sindaco di matrice politica riconducibile al centrodestra: «Comprendo la difficoltà di chi ha fatto scelte diverse – puntualizza Nisi – e certamente lavoreremo per ritrovare la sintonia tra le forze politiche del centrodestra, ma mi appello a tutti gli elettori che si riconoscono nei valori della famiglia, della solidarietà, del buon governo, per un voto consapevole e libero.»

Eppure, nelle ultime 48 ore, sempre più pressanti erano le voci di un probabile accordo tra il candidato sindaco della coalizione di centro destra Livio Nisi e il giovane assicuratore Giovanni Alemanno, candidato sindaco di Andare Oltre e di alcune liste civiche, arrivato terzo durante la competizione elettorale dello scorso 11 giugno; voci che vengono oggi smentite dello stesso Alemanno: «I miei amici prima che colleghi di coalizione, mi sono stati accanto ed insieme abbiamo deciso di prendere le distanze da questa bolgia che nulla ha a che fare con la buona politica» afferma Alemanno; «Dopo domenica 11 – continua il candidato sindaco di Andare Oltre – sia dal centro destra che dal centro sinistra abbiamo ricevuto proposte di entrare in maggioranza con incarichi ben definiti, ma abbiamo rifiutato ogni forma di collaborazione con gli stessi, perché non ci pieghiamo davanti a chi conduce delle campagne poco trasparenti o per nulla chiare. Rimaniamo fermi sul nostro pensiero non condividendo a tutt’oggi l’operato dell’amministrazione uscente. Per quanto riguarda tutte le manifestazioni di dissenso avvenute sui social o mancanze di rispetto personali ed ai miei collaboratori, ci riserviamo di tutelare l’immagine propria e della coalizione nelle sedi opportune. Detto ciò, ringraziamo l’elettorato che ha creduto in noi e lo invitiamo a ritenersi libero di esprimere la propria preferenza come meglio crede».

Parole chiare e definitive, quelle usate dal candidato sindaco di Andare Oltre Giovanni Alemanno, che sembra così zittire le tante voci di un suo apparentamento con il sindaco uscente Livio Nisi, verso il quale, durante la prima fase di campagna elettorale, il giovane assicuratore aveva preso le distanze dalla suo modo di fare politica, rivolgendogli anche pesanti accuse.

Rimane, quindi, tutto inviato per la fase del ballottaggio, che porterà ad eleggere, domenica 25 giugno, il nuovo sindaco di Galatone tra Livio Nisi e Flavio Filoni.

 

 

Sandra Papa

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.