LECCE – Si terrà mercoledì 19 luglio dalle ore 10 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30 il corso di formazione per diventare informatore ecologico con Ecofesta Puglia, ospiti della sede centrale del Centro Servizi Volontariato Salento in via Gentile 1 a Lecce. La giornata è finalizzata alla formazione della figura professionale nata simultaneamente alla certificazione volontaria che interviene per ridurre l’impatto ambientale degli eventi. Si tratta di un’opportunità di lavoro nel settore green in vista della stagione estiva per diventare dei veri e propri “animatori sociali” impegnati nella gestione sostenibile di sagre, manifestazioni culturali e concerti. Il corso è aperto ad aspiranti informatori ecologici di ogni provincia della Regione Puglia. Per iscriversi è necessario inviare una mail di richiesta allegando il proprio CV all’indirizzo email: formazione.ecofestapuglia@gmail.com.

Il corso organizzato dall’associazione CulturAmbiente onlus in collaborazione con Ecofesta Puglia è gratuito ed è rivolto alla formazione di una figura professionale che dovrà monitorare i punti di raccolta dei rifiuti per aiutare i fruitori dell’evento a fare bene la raccolta differenziata, informare e sensibilizzare i fruitori sulla trasformazione in atto nell’evento, rispondendo ai dubbi frequenti di carattere ambientale ,e coinvolgere ed invogliare i fruitori ad utilizzare gli appositi contenitori per la raccolta.

Per partecipare è necessario avere un’età minima di 18 anni ed è richiesta buona capacità relazionale, predisposizione al contatto diretto con il pubblico, propensione all’attività di animazione ecologica, conoscenza base delle tematiche ambientali e del progetto, capacità di trasmettere e comunicare le informazioni e forza fisica. È richiesta, inoltre, la disponibilità di lavorare nei mesi di luglio e agosto e di spostarsi in auto propria.

Nata dall’idea di tre giovani innovatori pugliesi, Ilaria Calò, Roberto Paladini e Loreta Ragone, Ecofesta Puglia è stata premiata nel 2012 per la sua carica innovativa dal Ministero dell’Università, dell’Istruzione e della Ricerca ed è certificata ISO 20121 – standard internazionale dei sistemi di gestione per la sostenibilità degli eventi.

 

 

 

CONDIVIDI