NARDO’ (Lecce) – Presentata oggi nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Personè Nardò incanta, la rassegna di eventi, spettacoli e appuntamenti culturali dell’estate 2017. Una lunga carrellata di momenti dedicati alla musica, al teatro, alla letteratura, all’enogastronomia e alle tradizioni, ma anche alla natura e al paesaggio e alla fruizione del patrimonio storico e architettonico della città.

Nel ricco e variegato calendario spiccano alcuni eventi particolarmente significativi e spesso inediti per Nardò, come il Salento Book Festival (già in corso) con ospiti del calibro di Lorella Cuccarini, Andy Luotto, Francesco Sole, Edoardo Albinati, Antonio Caprarica, Andrea Scanzi, Selvaggia Lucarelli, Federico Buffa, Peppe Vessicchio, il Festival internazionale delle arti di strada Circonauta (7, 8 e 9 luglio), Battiti Live 2017 (23 luglio), la Cavalcata Storica (3, 5 e 6 agosto), la tappa de La Notte della Taranta (7 agosto), il Festival Decò (25 agosto), il Memorial Luigi Stifani (25 e 26 agosto), il Premio Battisti (8 settembre), Legumi in festa (9 e 10 settembre), oltre a una miriade di altri appuntamenti che riempiranno l’estate neretina, il centro storico, le periferie e le marine sino a settembre inoltrato.

“Senza timore di essere smentito – ha detto con orgoglio il sindaco Pippi Mellonequesta è l’estate neretina più bella di sempre. Ci sono davvero tante cose e credo che nessuno potrà restare deluso. Cito tre appuntamenti cui tengo particolarmente: il Salento Book Festival, che è una bellissima esperienza culturale e di rete, Battiti, che regala alla nostra città una vetrina mai avuta prima, e la tappa de La Notte della Taranta, cui ho lavorato sin dai primi giorni dell’insediamento e di cui devo ringraziare moltissimo Massimo Manera. Da giugno a settembre Nardò diventa una lunga e ininterrotta passerella, che ha un ritorno eccezionale per il territorio in termini di visibilità, di crescita, di sviluppo”.

Sono felice di presentare un programma così ricco e importante – ha sottolineato l’assessore alla Cultura e al Turismo Francesco Planterache credo accontenti i gusti e le passioni di tutti. C’è musica, ci sono i libri, c’è il teatro, c’è la cucina, c’è il nostro bellissimo territorio, è impossibile non trovare motivi per stare o venire a Nardò in questa estate 2017. Il nome “Nardò incanta” non è casuale.

Nei giorni scorsi alcuni giornalisti internazionali hanno visitato il nostro territorio e tutti si sono detti incantati dalla città e dalle sue bellezze, ma anche dall’esperienza fisica e sensoriale del soggiorno. Ecco, abbiamo voluto fare un richiamo a questa sensazione, a questa esperienza. L’obiettivo che ci siamo dati era quello di riqualificare l’offerta estiva degli eventi e degli appuntamenti culturali e di portarla al livello che la città merita, ci siamo riusciti. Questa rassegna è uno straordinario investimento culturale, sociale ed economico per Nardò, non ci resta che viverla tutta d’un fiato”.