NARDO’ (Lecce) – Strade bagnate di sangue. E’ pesante il bilancio dell’incidente avvenuto intorno alle 19.30 sulla Nardò-Avetrana. Due persone sono decedute, altre due sono invece state trasportate d’urgenza in ospedale.

Si tratta di quattro tunisini, lavoratori stagionali impiegati nella raccolta delle angurie, che probabilmente rientravano a casa dopo una dura giornata di lavoro nei campi. Il drammatico sinistro si è verificato in località “Coluccia”, a ridosso della provinciale Nardò – Avetrana.

I quattro stranieri viaggiavano a bordo di una Fiat Stilo station wagon, quando ad un certo punto l’auto è uscita fuori strada e sarebbe andata a sbattere violentemente contro un ammasso di pietre ai lati della strada.

Due occupanti del veicolo, di 30 e 37 anni, sono stati sbalzati dall’abitacolo della vettura, decedendo sul colpo dopo il rovinoso impatto al suolo. Gli altri due, invece, rimasti incastrati tra le lamiere dell’auto, sono stati liberati dai vigili del fuoco e quindi affidati alle cure dei medici del 118, anch’essi accorsi rapidamente sul posto. Putroppo, come detto, per due degli sfortunati tunisini non c’è stato nulla da fare.

La dinamica del sinistro stradale, che non ha coinvolto altri mezzi, è al vaglio della Polizia Municipale di Nardò, intervenuta sul posto per eseguire i rilievi. Soltanto in mattinata un altro drammatico incidente, verificatosi alle porte di Trepuzzi e costato la vita ad una 19enne di Surbo, aveva macchiato di sangue le strade del Salento. L’ennesima tragedia sulle strade negli ultimi giorni.

L’identità delle vittime non è ancora nota.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.