LECCE – Buone notizie per le case popolari: arrivano 3 milioni per intervenire sui contatori. Tutti avranno contatori autonomi e l’acqua non sarà più staccata a chi paga o a chi non può pagare per cause di forza maggiore. Nell’incontro in Prefettura di questa mattina, a cui hanno preso parte i rappresentanti delle istituzioni regionali, Arca Sud, Aqp e Comune di Lecce, si è fatto il punto della situazione e sono stati fatti molti passi avanti. Innanzitutto, ci sono tre milioni messi a disposizione dalla Regione Puglia per opere infrastrutturali sulla rete idrica delle case popolari e per i contatori individuali interni ed esterni.

I  regolamenti Arca saranno modificati per agevolare e incentivare la richiesta di installazione di nuovi contatori. I fondi derivanti dal mancato utilizzo del bonus idrico saranno utilizzati per ripianare le posizioni debitorie di inquilini indigenti incolpevoli e in forte disagio economico. Ci sarà anche una task force permanente che consentirà a tutte le istituzioni di dialogare costantemente e di risolvere i problemi in tempo reale. Alla fine del mese di luglio il tavolo sarà aggiornato: per ora sarà ripristinata l’erogazione dell’acqua in tutte le abitazioni, ma i morosi dovranno sborsare l’anticipo di 50 euro.