LECCE – Dopo i successi del 2013 e del 2015, gli avvocati del foro di Lecce proveranno a conquistare per la terza volta il tricolore nella finale del primo luglio.

La partitissima conclusiva del 46esimo Campionato Nazionale Forense, che vedrà assegnare lo scudetto di categoria, verrà disputata dalle toghe leccesi contro i colleghi di Pescara presso lo stadio comunale di Rossano Calabro (CS), alle ore 18:00.

Nella semifinale del torneo, disputata contro la compagine palermitana, gli Avvocati del Foro di Lecce sono scesi in campo con De Santis tra i pali, Corvaglia (Antonucci), Ficocelli, Cappelli e Bardoscia in difesa, Dell’Anna (capitano), Torricelli (Mariano), Giacomazzi (fuoriquota) a centrocampo, Maci, Macagnino (Castelluzzo) e Caraccio in avanti e l’hanno spuntata ai calci di rigore dopo l’1-1 nei 90 minuti regolamentari, all’esito di una partita maschia, giocata bene da entrambe le squadre, probabilmente una finale anticipata.
Al gol siglato da Caraccio su assist di Maci, Palermo ha risposto a 5 minuti dalla fine con Lecce in 10 per la discutibile espulsione di Bardoscia.

Ai calci di rigore Lecce non sbaglia nulla e Giacomazzi, Dell’Anna, Cappelli, Caraccio e Mariano garantiscono il pass per la finale.

La partecipazione alla manifestazione, organizzata sotto l’egida della F. I. G. C. dall’associazione “Io Gioco Legale”, presieduta dall’Avv. Giuseppe Mastrangelo e dal Prof. Luigi Melica, è stata garantita dall’ordine degli Avvocati di Lecce,Betitaly, Rocco Galati Mondo Freezer SRL, Barocco S.p.A., Farmacia Cagnazzo di Galugnano – San Donato (le) e Maramirò, loungebar caffetteria di Lecce.

CONDIVIDI