CERFIGNANO (Lecce) – La carcassa di un pit bull è stata ritrovata bruciata in aperta campagna a Cerfignano, frazione di Santa Cesarea Terme. La morte di questo animale resta un mistero. La speranza è che, quando gli hanno dato fuoco, il cane fosse già morto. Sui social le immagini macabre del pitt bull carbonizzato sono diventate virali. Gli animalisti sono già alla ricerca del colpevole: su facebook inveiscono e lo maledicono.

“Mi è stata segnalata questa mattina in una campagna sperduta e ho avvisato i vigili, che hanno chiamato i veterinari dell’Asl facendola oggi stesso smaltire – spiega la ragazza che ha scattato le foto – Il cane è un pitt bull sicuramente di proprietà. Il microchip potrebbe non averlo oppure si è bruciato…il lettore non è riuscito a leggerlo”.

La polizia sta provando a fare luce sull’accaduto. Per ora quelle immagini, che ripugnano alla coscienza collettiva, non spiegano molto. Ma tra le ipotesi c’è quella che sia un cane usato per i combattimenti illegali e bruciato dopo la morte per eliminare le tracce.

Garcin