LECCE – Prosegue senza sosta l’operazione “Legalità diffusa: ad oltranza”, predisposta dal Questore Leopoldo Laricchia per contrastare i fenomeni dell’immigrazione clandestina, della prostituzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti, oltre che di emissioni sonore moleste e bivacco per strada ed in particolare nel quartiere “Ferrovia” e nelle sue strade limitrofe.

Consistente il numero di agenti della Questura e del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce che hanno eseguito raffiche di controlli nella zona, identificando 78 persone, tra di cui 32 cittadini extracomunitari, ed ispezionato 14 veicoli.

Gli accertamenti delle forze di polizia hanno interessato anche un pub di via Reale, al quale è stata contestata la mancata esposizione delle norme del Tulps (il testo unico delle leggi di pubblica sicurezza) nonché la mancata esibizione dell’attestato di superamento del corso di formazione per la somministrazione di bevande ed alimenti.

Al termine delle verifiche, nei guai sono finiti un cittadino bulgaro, noto parcheggiatore abusivo nei pressi della stazione ferroviaria), che è stato sottoposto a provvedimento di

allontanamento dal territorio nazionale per mancata iscrizione anagrafica nonostante fosse a Lecce da più di tre mesi; guai anche per un marocchino, già noto per produzione e traffico di droga, risultato irregolare e per questo destinatario dell’ordine di lasciare il territorio nazionale.

I controlli, ovviamente, proseguiranno ad oltranza anche nelle prossime settimane.

CONDIVIDI