Sono 201 i lavoratori ‘irregolari’ o ‘in nero’ individuati dai militari della Guardia di Finanza che nei giorni scorsi hanno eseguito 183 controlli, in tutta la regione. In particolare, sono stati scoperti 181 lavoratori impiegati totalmente “in nero”, e 20 persone la cui posizione è risultata “irregolare”, con la conseguente verbalizzazione di complessivi 93 datori di lavoro.

Altre 135 posizioni lavorative sono ancora in fase di accertamento.

In un salottificio dell’area murgiana, ove sono stati scoperti 6 lavoratori in nero, impegnati nell’attività di fabbricazione di divani, oppure l’individuazione, nella provincia di Foggia, di un’azienda operante nel settore tessile, presso la quale sono stati individuati 10 lavoratori in nero, nonchè il caso di due panifici della provincia di Taranto, presso i quali erano complessivamente impiegati 6 lavoratori in nero.

Dall’inizio dell’anno, nello specifico settore sono stati effettuati 665 controlli su tutto il territorio regionale, con la scoperta di 800 lavoratori “in nero” e 440 lavoratori la cui posizione risultava comunque irregolare; 397 i datori di lavoro verbalizzati.