Foto di repertorio

CASARANO (Lecce) – Erano nascosti in un muretto a secco nelle campagne di Casarano, all’interno di alcuni involucri in plastica chiusi con del nastro isolante.

Si tratta di tre fucili, tra i quali anche un kalashnikov, che sono stati rinvenuti nelle scorse ore dai carabinieri della Compagnia di Casarano e dai colleghi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Lecce.

Le armi sono state poste sotto sequestro. In corso le indagini per chiarire se siano state utilizzate nei recenti fatti di sangue verificatisi a Casarano.

Le indagini non si possono considerare chiuse dopo il sequestro. Gli investigatori dovranno appurare se alcune delle armi siano state utlizzate per compiere gli ultimi fatti di sangue avvenuti a Casarano: ad ottobre l’omicidio di Augustino potenza; alcune settimane dopo il tentato omicidio del suo fedelissimo Luigi Spennato. Due azioni di fuoco unite da un unico filo rosso: l’arma utilizzata sarebbe stata sempre un kalashnikov.

 

CONDIVIDI