Una foto di Valentina Costa

OTRANTO (Lecce) – Svolta nell’inchiesta sulla morte di Valentina Costa deceduta all’alba di sabato dopo un tremendo incidente stradale. Il conducente del secondo mezzo è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio stradale aggravato dall’assunzione di sostanze stupefacenti. E’ questa l’ipotesi di reato a carico di D.G., 27enne di Otranto, che all’alba di sabato ha travolto e ucciso con la sua auto la 35enne di Bagnolo del Salento sulla strada che collega Martano con Otranto. L’iscrizione, un atto dovuto, è arrivato al termine degli esami tossicologici effettuati presso l’ospedale “Vito Fazzi” dove il giovane è ricoverato in rianimazione. Da ulteriori accertamenti, sembrerebbe che l’automobilista avesse anche un tasso alcolemico superiore al tasso soglia stabilito dalla legge.

L’indagine, condotta dagli agenti del commissariato di Otranto e coordinata dal sostituto procuratore Maria Rosaria Micucci, dovrà fare luce su dinamiche e modalità dell’incidente in cui ha perso la vita Valentina Costa. Nei prossimi giorni, in attesa di conoscere le condizioni di salute del giovane idruntino, dovrebbe essere nominato un consulente per ricostruire le fasi del sinistro e stabilire la velocità con cui viaggiavano le due auto. L’incidente mortale è avvenuto all’altezza di un rettilineo.

Valentina Costa stava raggiungendo un terreno di sua proprietà ad Otranto. Secondo una prima ricostruzione, D.G. avrebbe invaso l’opposta corsia di marcia investendo frontalmente la Renault Clio su cui viaggiava Valentina Costa. L’impatto è stato violentissimo. L’auto ha subìto un effetto leva con una carambola che si è conclusa con l’incendio del mezzo. La giovane è deceduta sul colpo. A nulla è servito l’intervento del 118. Poi ha preso fuoco. Ragazza semplice e sempre con il sorriso sule labbra, Valentina lavorava in un locale di Otranto.

La giovane era molto conosciuta nel suo paese dove parenti, amici e semplici conoscenti la ricordano con tanto affetto. La sua bacheca Facebook è stata presa d’assalto da chi ha voluto omaggiare la giovane con un personale ricordo. Intanto la salma della 35enne è stata riconsegnata ai familiari. I funerali si celebreranno nella giornata di domani. I familiari della vittima sono assistiti dagli avvocati Romolo Chiriatti e Antonio Costantini.

F.Oli.