di C.T.

MELENDUGNO (Lecce) – Lo schianto violento contro un furgone e poi il ribaltamento del trattore sul quale viaggiava, che lo ha praticamente schiacciato. Un grave incidente stradale che, purtroppo, ha avuto un epilogo tragico, col decesso del giovane contadino.

Il drammatico sinistro si è verificato in mattinata sulla Melendugno – Martano. La vittima è un 34enne di Martano, Antonio Specchia, deceduto in ospedale a causa delle gravi lesioni riportate. Sebbene fosse giunto in ospedale cosciente e le sue condizioni non sembravano fare temere il peggio, il suo cuore ha cessato di battere poche ore dopo il ricovero.

L’incidente si è verificato intorno alle 9.30 ed ha coinvolto, oltre al trattore, anche un furgone della ditta “Mondo Convenienza” di Cavallino. Al momento la dinamica dei fatti è in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri della stazione di Melendugno, intervenuti per eseguire i rilievi di rito e stabilire eventuali responsabilità.

Il 34enne, liberato dai vigili del fuoco dopo essere rimasto incastrato sotto al trattore ribaltato, era stato poi affidato alle cure dei medici del 118 e quindi trasportato a sirene spiegate in ospedale, con “codice rosso”.

Il trattore ed il furgone sono stati posti sotto sequestro, come disposto dal sostituto procuratore della Repubblica di Lecce Giovanni Gagliotta, pubblico ministero di turno.

Antonio Specchia, instancabile lavoratore, era ben voluto da tutti. Lascia la moglie ed un figlio piccolo.