LECCE – Continuano le segnalazioni quotidiane allo “Sportello dei Diritti” anche sulle problematiche della  città di Lecce. In data odierna con il forte vento di tramontana il cantiere di piazza Italia, nei pressi del “Monumento dei Caduti”, si è trasformato in un luogo pericoloso per chiunque vi transitasse nelle vicinanze.

A detta di un cittadino che ci ha trasmesso delle fotografie – si legge nel comunicato dello Sportello dei Diritti – non è la prima volta che il turbinio del vento ha sollevato polveri, sabbione e pietrisco, causando disagi ed anche rischi a chiunque vi passasse, tanto che taluni addetti delle adiacenti attività commerciali hanno lamentato problemi di respirazione e bruciore agli occhi.

Per Giovanni D’Agata, presidente “Sportello dei Diritti”, sarebbe sufficiente, dunque, che le ditte appaltatrici – e questo vale per tutti i cantieri in città – adottassero tutte le accortezze necessarie a partire dall’umidificazione del sabbione e la copertura dei depositi con appositi teli, tenuta conto anche dell’alta densità di traffico pedonale e veicolare.

Si tratta solo di semplici precauzioni che gli organismi di controllo, a partire dalla Polizia Municipale, dovrebbero pretendere per evitare che nelle frequenti giornate ventose si possano ripetere tali problematiche, per un territorio, quale il nostro, normalmente sottoposto a forti venti.

 

 

CONDIVIDI