LECCE – Il gip non convalida l’arresto e rimette in libertà Gueye Lamine, il 19enne senegalese, arrestato mercoledì notte con l’accusa di violenza sessuale su una giovane studentessa di nazionalità svedese in Italia grazie al progetto Erasmus. E’ l’esito dell’udienza di convalida che si è svolta nelle scorse ore nel carcere di borgo “San Nicola” di Lecce. Il gip Michele Toriello non ha convalidato l’arresto per mancanza della flagranza del reato che non può essere contestata quando la polizia giudiziaria viene informata del reato solo dopo la denuncia della persona offesa così come sancito dalla Corte di Cassazione nel 2016. Il giudice ha comunque riconosciuto i gravi indizi di colpevolezza accordando l’obbligo di dimora e l’obbligo di rimanere in casa dalle 21 alle 7 per il giovane cittadino africano. Lamine, assistito dall’avvocato Letizia Garrisi, ha fornito la propria ricostruzione che avrebbe fatto emergere significative incongruenze con il racconto della giovane.

Lamine è stato bloccato nel cuore della notte lungo le strade della movida leccese. La studentessa svedese di 20 anni  stava passeggiando con alcuni amici per le vie del centro storico dopo aver trascorso la serata in alcuni locali. Sarebbe stata avvicinata da due fratelli di colore che hanno iniziato una conversazione in lingua francese. Le molestie si sarebbero consumate poco dopo. La studentessa si è allontanata per tornare a casa. E’ stata avvicinata da Lumie che le avrebbe chiesto di poter trascorrere la notte a casa sua rassicurandola che sarebbe andata via al mattino.

La studentessa avrebbe cercato di allungare il passo. Sarebbe stata però bloccata, messa spalle al muro, baciata e palpeggiata.  La ragazza, divincolatasi, ha contattato un amico che, a sua volta, ha allertato il 113. Proprio nei paraggi transitava una volante. Gli agenti hanno raccolto le descrizioni della ragazza arrestando il suo presunto molestatore (tornato in libertà con un provvedimento di queste ore) trovato in possesso di un permesso di soggiorno scaduto nel 2015.

F.Oli.