MAGLIE – Cibo, cultura e biodiversità: tutto questo è il “Mercatino del Gusto”, manifestazione enogastronomica giunta alla sua diciottesima edizione e che anno dopo anno ha coinvolto tanti turisti ed operatori del settore food, in una Maglie che anche stavolta dall’1 al 5 agosto diventerà covo di innumerevoli sapori tipici e non.

 

Organizzata dall’omonima associazione presieduta da Salvatore Santese, la rassegna si aprirà con il “Premio Mercatino del Gusto”: un comitato scientifico assegnerà un riconoscimento a professionisti, uomini di cultura, ristoratori, produttori, cuochi, artigiani, imprenditori, giornalisti e scrittori, che si sono impegnati con originalità nella valorizzazione del territorio.

 

Mercatino del Gusto quest’anno si concentrerà sul tema della “bellezza”, intesa come un insieme di meraviglie presenti nel territorio della regione Puglia: sapori, architettura, paesaggio, ma la rassegna non si fermerà a far degustare cibo tipico come olio extravergine di oliva, vino, birra, gelato, caffè, dolci e prodotti glutenfree.

Mercatino del Gusto sarà una vera e propria esperienza dei sensi: ampio spazio sarà dedicato ai processi di produzione enogastronomica, ai percorsi guidati nelle Masserie didattiche, e alle “cene in strada” con cui numerosi ristoranti di Maglie proporranno all’aperto un ampio menu di pesce, carne, pasta e pizza.

 

Nell’elegante Villa Tamborino saranno presenti cuochi esperti impegnati a raccontare i segreti dei loro piatti e l’uso delle materie prime., e ancora tra i laboratori che insegneranno la lavorazione del cibo ci sarà “Vino e cucina”, un’occasione in cui quattro cuoche prepareranno i loro piatti a vista, abbinandoli ai vini più adatti in un aperto dialogo con giornalisti e blogger.

 

Anche il Giardino di Rosaria accoglierà “GustoLab” in cui alcuni chef ed esperti del settore food guideranno i presenti nella degustazione di originali accostamenti, mentre a Corte Mellone il gastronomo e storico Gino Di Mitri ed il cuoco Sergio D’Oria accoglieranno i visitatori con insalate di pasta, di cereali e buon vino, parlando di contaminazioni ed ibridazioni culinarie nel Salento.

 

Non mancheranno i concerti di musica jazz organizzati dall’associazione Bud Powell di Maglie, varie presentazioni di libri e gli showcase nel “Caffè letterario” nonché numerose performance popolari proposte dall’associazione Tarantarte.

 

Guglielmo Ruberti

 

CONDIVIDI