Il Comune di Lecce ed il Comitato FAI di Lecce, che opera sul territorio attraverso i volontari della Delegazione FAI di Lecce, hanno siglato un accordo per la promozione, la valorizzazione e la fruizione della Chiesa dei Ss. Niccolò e Cataldo nel Cimitero cittadino.

 

La Chiesa dei Ss. Niccolò e Cataldo, di proprietà del Comune, unica nel suo genere, è una delle più importanti testimonianze di Lecce medievale, fondata nel 1180 da Tancredi, già conte di Lecce e ultimo re dei Normanni, figlio naturale di Ruggero, duca di Puglia e di Calabria.

 

L’Amministrazione Comunale, con la Delegazione FAI di Lecce e con l’Università del Salento – Dipartimento di Beni Culturali, negli ultimi anni ha cercato di promuovere e rivalutare il monumento, favorendo le aperture straordinarie nell’ambito di eventi a carattere nazionale o per fini accademici.

 

La Chiesa, fino ad oggi, non è stata fruibile per questioni organizzative e per mancanza di personale, ma come luogo di culto è stata ed è aperta nel fine settimana per le funzioni religiose del sabato pomeriggio e della domenica mattina.

 

Il FAI è una Fondazione senza scopo di lucro, costituita il 28/04/1975 e riconosciuta con D.P.R 941 del 03/12/1975, che da 40 anni opera per promuovere in concreto la cultura del rispetto della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni d’Italia e per tutelare un patrimonio che è parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità.

 

La Delegazione FAI di Lecce, istituita nel 2000, in questi diciassette anni di attività, ha organizzato aperture eccezionali della Chiesa dei Ss. Niccolò e Cataldo, con gli “Aspiranti Ciceroni” del Liceo Scientifico Cosimo De Giorgi di Lecce, consentendo a tutti di ammirare uno dei gioielli più belli della città.

 

La Delegazione FAI di Lecce inoltre ha stipulato un accordo con l’Università del Salento che, con la preziosa partecipazione di docenti e dei rispettivi studenti, ha consentito e consentirà la valorizzazione del bene.

 

L’accordo siglato tra l’Amministrazione Comunale e il FAI per il tramite della Capo Delegazione di Lecce, Adriana Greco Bozzi Colonna, rappresenta l’inizio di una nuova vita per la Chiesa dei Ss. Niccolò e Cataldo. Dal primo luglio infatti, la Chiesa sarà uno dei quattro Beni Promossi dai Volontari del FAI in tutta Italia insieme a:

Santa Margherita a Bisceglie;

Battistero di San Giovanni e Pieve di San Lorenzo, Settimo Vittore (TO);

Area Archeologica delle Terme Romane di Vasto, Vasto (CH);

 

Grazie ai VOLONTARI FAI che garantiranno il servizio di accoglienza, la Chiesa dei Ss. Niccolò e Cataldo sarà aperta nei giorni e negli orari seguenti:

nei mesi di giugno, luglio ed agosto, lunedì e giovedì dalle ore 17,00 alle ore 19,00

nei restanti mesi dell’anno negli stessi giorni, dalle 10,00 alle ore 12,30.

Restano in vigore gli orari di apertura durante le funzioni religiose.

Per informazioni scrivere a: delegazionefai.lecce@fondoambiente.it

 

Dal mese di luglio 2017, dunque, la Città di Lecce ha di nuovo a disposizione uno dei suoi monumenti più importanti,  grazie anche alla grande disponibilità del Parroco della Chiesa dei Ss. Niccolò e Cataldo, don Pantaleo Mastrolia.

CONDIVIDI