Il 6 Luglio, giorno della festa liturgica in onore di Santa Domenica, è il giorno più sentito e partecipato dalla comunità di Scorrano. La processione del simulacro di Santa Domenica vede ogni anno centinaia di fedeli – provenienti da tutta la Puglia e anche da fuori regione – riversarsi per le strade del piccolo paese salentino per celebrare un culto che si ripete da secoli.

Le celebrazioni si aprono alle 6.30 con la tradizionale diana mattutina a cura della ditta “Francesco Mega e figli srl” da Scorrano. Poi alle ore 9.30, dopo le Sante Messe, la processione si muoverà dalla chiesa parrocchiale (dove sono custodite le reliquie della Santa) verso Porta Terra dove il sindaco Guido Stefanelli consegnerà simbolicamente le chiavi della città alla Santa Patrona. Un rito che rappresenta il momento più importante della venerazione pubblica degli scorranesi in onore di Santa Domenica e in memoria della sua intercessione per lo scampato pericolo dalla peste del 1600 (l’epidemia durò a Scorrano fino alla mattina del 6 luglio, giorno del martirio per la decapitazione della santa). Per celebrare questo rito, intorno alle 12, si svolgerà uno spettacolo pirotecnico sempre a cura della ditta “Francesco Mega e figli srl”. Nel pomeriggio, alle 17.30, tutti di nuovo col naso all’insù per l’atteso spettacolo pirotecnico diurno “Trofeo Santa Domenica” a cura delle ditte: L’Artificiosa dei F.lli Di Candia da Sassano (Sa), Senatore Fireworks di Vincenzo Senatore e figli da Cava de’ Tirreni (Sa) e Pirotecnica Moderna di Giovanni Padovano da Genzano di Lucania (Pz).

Infine, a partire dalla mezzanotte, occhi puntati ancora verso il cielo per lo spettacolo pirotecnico notturno “Memorial Francesco Mega” a cura delle ditte: F.lli Pannella da Ponte (Bn), Bruscella Fireworks Group da Modugno (Ba) e Angelo Mega da Scorrano. Alle 19.30, Santa Messa con Panegirico.

 

Accanto ai suggestivi riti religiosi e agli spettacoli pirotecnici, sono in programma concerti bandistici, degustazioni di prodotti tipici e tante altre sorprese organizzate dall’Associazione Santa Domenica presieduta da Salvatore De Luca, il Comune di Scorrano con il sindaco Guido Stefanelli e il parroco Don Gino De Giorgi, con la collaborazione dell’agenzia Eventi Marketing & Communication di Carmine Notaro.

 

In serata, dalle ore 21, da non perdere l’appuntamento con le attese accensioni musicali delle luminarie. Quest’anno la Festa ospita quattro ditte, tutte salentine e tra le più importanti al mondo, che hanno allestito nel centro storico le loro creazioni uniche, sempre più imponenti e spettacolari, ispirate come sempre a un tema o a un monumento famoso: la secolare ditta “Cesario di Cagna” di Giuseppe De Cagna e F.lli (Maglie) ha preso spunto dalla mitologia greca per realizzare un “Olimpo di luce” con 12 colonne che raggiungono i 27 metri di altezza, un grande portico, 5 volte a tutto sesto e 750mila lampadine e microluci a led, animate per la prima volta grazie al supporto della tecnologia Rgb; Mariano Luminarie di Massimo Mariano (Scorrano) si è ispirato invece alla Chiesa di San Francesco di Salvador del Bahia, emblema del barocco brasiliano, ricreata grazie a 4 torri di 27 metri e una galleria di ben 80 metri illuminate da circa 700mila lampadine; e ancora, Marianolight di Lucio Mariano (Corigliano d’Otranto) porta in scena visioni ritmiche multicolore invitando gli spettatori a guardare attraverso una sorta di grandioso “Kaleidoscopio” ricreato attraverso 16 quinte speculari a scalare (dai 6 ai 20 metri), un rosone centrale del diametro di 24 metri e 160mila led e 65mila pixel matrix totali; infine, a regalare atmosfere fiabesche ci penserà la Nuova Elettro Luminarie di Angelo e Beatrice Fabrizio (da San Donaci, Brindisi) con una gigantesca cattedrale a tre navate.

 

In piazza Vittorio Emanuele, subito dopo la prima accensione delle luminarie, spazio ai concerti bandistici fino a mezzanotte: si esibiranno la Banda “Città di Conversano” (Bari) diretta dal maestro Susanna Pescetti e la Banda “Città di Scorrano” diretta dal maestro Daniele De Pascali. A seguire, dopo la mezzanotte, riprenderanno le accensioni musicali delle luminarie.

 

Anche il gusto è protagonista della Festa. Per il terzo anno, infatti, torna a Scorrano la rassegna delle eccellenze agroalimentari “M’illumino di gusto” organizzata dall’agenzia Eventi Marketing & Communication di Carmine Notaro, che cura anche la grafica e la comunicazione della Festa. Lungo le strade adiacenti la chiesa di Santa Domenica, ma anche in Largo Frisari, via Discesa Re Ladislao e in piazza Caduti Scorranesi, gustosi percorsi enogastronomici permetteranno ai tanti avventori, in particolar modo ai turisti, di scoprire piatti tipici e prodotti di qualità del territorio, da assaporare in abbinamento ai migliori vini e birre artigianali salentine. Non solo. Specialità della pasticceria salentina come il famoso “pasticciotto”, saranno preparate “in diretta” nei laboratori a cielo aperto a cura dell’Associazione Pasticceri Salentini di Confartigianato Imprese Lecce. Ad allietare la rassegna nella serata del 6 luglio sarà la cantante salentina Francesca Giaccari, accompagnata dal maestro Enrico Duma (componente dei Bambini Latini) alla chitarra, con un repertorio basato sulle sue canzoni originali e arricchito da sonorità latine, blues e popolari.

 

I festeggiamenti in onore di Santa Domenica si concluderanno domenica 9 Luglio. Il programma completo è disponibile sul sito www.santadomenicascorrano.it. Aggiornamenti sulla pagina Facebook “Festa di Santa Domenica”.