CASTRIGNANO DEI GRECI (Lecce) – Duecentonovantasei tartarughe e due pappagalli esotici. È quanto hanno rinvenuto i carabinieri del Cites di Bari nell’abitazione di un uomo di Castrignano dei Greci, per il quale è scattata la denuncia in stato di libertà.

Il controllo dei militari, eseguito nel corso di un’attività finalizzata alla tutela delle specie animali e vegetali in via di estinzione, nello specifico ha permesso il rinvenimento di duecentonovantasei tartarughe (testudo hermanni), di un pappagallo Ara e di un pappagallo della specie Rosella.

Gli animali erano rinchiusi in alcune recinzioni ed in una voliera, che l’uomo – già noto alle forze dell’ordine – aveva realizzato nel giardino della sua abitazione.

Quando i militari hanno richiesto la padrone di casa l’esibizione di un documento che comprovasse la legale acquisizione degli esemplari, così come previsto dalla normativa, l’uomo ha dichiarato di non esserne in possesso.

Tutti gli animali sono stati sequestrati e presto saranno affidati ad una struttura autorizzata alla detenzione. Il coriglianese, invece, è stato denunciato dall’Autorità giudiziaria.

 

CONDIVIDI