Lecce – Con un carnet ricco di appuntamenti, tornano anche quest’anno I Teatri della Cupa, il festival del teatro e delle arti nella Valle della Cupa. A partire da giovedì 27 luglio fino a martedì 1 agosto i luoghi più rappresentativi della cultura delle comunità di Novoli e Campi Salentina ospiteranno gli spettacoli di alcune tra le principali compagnie italiane di teatro e teatro danza che, nel corso degli ultimi mesi, hanno entusiasmato la critica e il pubblico dei più importanti e prestigiosi festival nazionali (Santarcangelo, Inequilibrio, Primavera dei teatri) e che nel Salento saranno presentati in prima regionale.

«L’obiettivo della Regione è quello di sostenere quanto più possibile iniziative che vedono il coinvolgimento della comunità per generare una crescita sociale, oltre che culturale ed economica, e avere in questo modo una ricaduta stabile sul territorio – ha dichiarato Loredana Capone, assessore all’industria culturale e turistica della Regione Puglia, durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione – Il teatro è un elemento che può migliorare la vita sociale di una comunità».

Oltre a proporre tra le più interessanti proposte della scena contemporanea italiana il festival, giunto alla terza edizione, ospita ben quindici spettacoli di alcune tra le migliori compagnie pugliesi.  Si alterneranno, tra gli altri: Roberto Latini, Licia Lanera, Gianluigi Gherzi e Giuseppe Semeraro, Mariano Dammacco, Silvia Gribaudi,Claudia Marsicano, Antonello Taurino, Fabrizio Pugliese,Meridiani Perduti, Los Filonautas, Roberto Anglisani, Daniele Timpano, Ca luogo d’arte e le compagnie residenti Principio Attivo e Factory.

Una rassegna, quella dei Teatri della Cupa che consolida e rivela una dimensione culturale imprescindibile che, con prezzi accessibili, si propone di offrire a tutti la possibilità di scoprire e vivere la magia del teatro e che inoltre, anche in questa edizione, rivolge una particolare attenzione ai giovanissimi con ben quattro appuntamenti a loro dedicati.

Nel calendario della manifestazione sono altresì previste tre assemblee sulla parola curate da Mauro Marino e, fuori programma, dal 7 al 9 agosto, un Corso esponenziale in clownerie e arti circensi di Miloud Oukili.

Per maggiori informazioni  e per il programma completo basta visitare la pagina Facebook del festival.

Marcella Negro

CONDIVIDI