SURANO (Lecce) – Dal muretto a secco spunta una bomba ad alto potenziale, contenente due chili di tritolo. Un residuo bellico risalente alla Seconda guerra mondiale, ancora carico e potenzialmente letale, è spuntato nella giornata di ieri nelle campagne di Surano, dove alcuni operai stavano eseguendo alcuni lavori.

In particolare, durante la rimozione di un vecchio muretto a secco, uno dei manovali ha notato l’oggetto “sospetto” ed ha subito segnalato la sua presenza alle forze dell’ordine. Come accertato dagli artificieri del Genio guastatori di Castrovillari, in provincia di Cosenza, intervenuti per mettere in sicurezza il pericolo ordigno, si trattava di una bomba da mortaio americana a grande capacità, contenente oltre due chili di tritolo.

Bonificata l’intera zona e rimosso l’ordigno dal terreno con tutte le cautele del caso, i militari hanno fatto brillare la bomba in sicurezza.

CONDIVIDI