LECCE – I giudici della Corte d’appello hanno confermato la condanna a nove anni di reclusione per Francesco Piccolo, l’ex maresciallo dell’aeronautica di 39 anni originario di Galatina ma da tempo residente a Lecce, accusato di violenza sessuale aggravata, stalking, maltrattamenti in famiglia ai danni della ex fidanzata (una 42enne leccese) e di minacce e molestie nei confronti dei genitori e della sorella della donna. I giudici si sono così allineati con la richiesta invocata dalla stessa procura generale. Per questi fatti Piccolo finì in manette il 5 gennaio di del 2015 con un’indagine condotta dagli agenti della Squadra mobile di Lecce che eseguirono un’ordinanza a firma del gip Alcide Maritati su richiesta del pubblico ministero Stefania Mininni.

L’indagine ha fatto luce sulle presunte angherie subite dalla ex fidanzata all’epoca commessa in un negozio. Rapporti sessuali non consenzienti, stalking, giornate in cui la donna sarebbe stata costretta a rimanere rinchiusa in casa e a non uscire sotto la minaccia di morte con frasi del tipo: “Io ti ammazzo, davanti ai poliziotti stessi ti accoltello”. Sotto tiro sarebbero finiti anche i suoceri minacciati di morte “se avessero ostacolato la relazione con la figlia”. Nonostante questo clima di forti tensioni tra le pareti domestiche la donna avrebbe continuato a condividere lo stesso tetto arrivando a temere seriamente per la propria incolumità.

Fino a quando la donna non decise di denunciare Piccolo dando il via alle indagini. L’imputato era assistito dagli avvocati Fabio Lazari e Vincenzo Matranga che, anche nel processo d’appello, hanno fornito una versione diametralmente opposta sulla vicenda. La donna si sarebbe “liberata” di Piccolo non appena l’ex maresciallo si sarebbe rifiutato di continuare a sostenerla economicamente denunciando così per vendetta il suo ex ragazzzo. La persona offesa si era costituita parte civile ed era assistita dall’avvocato Paolo Cantelmo mentre i genitori della donna erano rappresentati dall’avvocato Rocco Rizzello (sostituito in aula dal collega Angelo Greco). Appena ieri Piccolo ha incassato un’altra condanna in primo grado sempre per violenza a otto anni di reclusione.

F.Oli.