CUTROFIANO – Dal 13 al 22 agosto si svolgerà a Cutrofiano la 45° Mostra Mercato della Ceramica Artigianale, un’importante manifestazione di valorizzazione e promozione delle ceramiche d’artigianato artistico locale e dell’area del mediterraneo, dal Tema “Santi e Pupi”. Dopo aver inanellato una serie di successi, la Mostra si arricchisce nell’edizione 2017, di nuovi percorsi artistico-culturali, contaminazioni e sperimentazioni. La Mostra Mercato della Ceramica Artigianale, celebrerà i suoi 45 anni di successi, con una esposizione itinerante diffusa, lungo i vicoli e palazzi del centro storico di Cutrofiano, permettendo a tutti i visitatori, di ripercorrere la storia e l’evoluzione delle maioliche artistiche locali e del Mediterraneo, famose in tutto il mondo.

La manifestazione anche quest’anno, quindi, sarà un’ottima occasione per vivere un viaggio unico, nel mondo dell’artigianato artistico Pugliese, Europeo e Mediterraneo, che confermerà Cutrofiano, come scrigno di saperi e maestria creativa artigianale, al centro di una rete internazionale di grande prestigio. Le tradizioni e le contaminazioni contemporanee saranno il fulcro della manifestazione, cullate dall’arte manuale dei ceramisti, artisti, artigiani, che daranno origine a nuove prospettive, nuove sperimentazioni e collaborazioni. L’inestimabile patrimonio legato alla tradizione dell’arte ceramica, infatti sarà al centro della manifestazione e il borgo, è la cornice ideale, tra arte, storia, gastronomia, eventi, spettacoli musicali, tradizioni e bellezze paesaggistiche. Sono attesi anche quest’anno migliaia di visitatori da tutto il mondo, la scorsa edizione ha registrato circa 40.000 presenze.

Significativo quest’anno il percorso integrato con le contaminazioni spagnole, grazie al gemellaggio prestigioso, siglato con la città spagnola di Gelves, Comune dell’Andalusia, rinomato nel mondo per le sue ceramiche artistiche, con la partecipazione di rappresentanti del comune e della Escuela Formacion Artesanos de Gelves “Luca Della Robbia” di Siviglia. «Crediamo fortemente-replica Tommaso Luigi Campa, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Cutrofiano- nella contaminazione e negli scambi interculturali, per avviare processi innovativi efficaci, nel comparto dell’artigianato. Un settore strategico per lo sviluppo del Territorio,grazie alla sua essenza specifica, identitaria della storia e della tradizione millenaria, della nostra meravigliosa Terra».

Interessanti, in tal senso, anche le collaborazioni, avviate con numerosi laboratori artigianali, con privati artisti ceramisti, di puglia come i grottagliesi e altri dell’area del mediterraneo. In un tale stimolante contesto, tutti gli artigiani durante l’esposizione, si confronteranno, tra dimostrazioni al tornio e laboratori creativi, realizzando opere ibride, come vere e proprie opere d’arte, combinando i materiali più svariati, dalla ceramica, alla cartapesta al ferro battuto, dalla pietra leccese al legno di ulivo, passando dall’arte del mosaico a quella dei ricami e dei tessuti.

L’esposizione sarà fruibile ai visitatori a partire dal 13 Agosto, con l’inaugurazione e il taglio del nastro, alla presenza di Sebastiano Leo, Assessore alla Formazione e Lavoro – Politiche per il lavoro, Diritto allo studio, Scuola, Università, Formazione Professionale, nonché degli organizzatori e delle rappresentanze istituzionali pubbliche e private coinvolte. La mostra «Santi e Pupi» sarà dislocata tra il Museo Comunale della ceramica, il Salone delle Guardie di Palazzo Ducale, la Chiesa Madre e la Congrega dell’immacolata, la Fornace Romana e la Fornace del ‘700. Durante l’itinerario si potranno scoprire le lavorazioni dell’argilla preziosissime, alcune delle quali risalenti addirittura al Neolitico, oggetti in terracotta invetriata e decorata del periodo medievale; maioliche e piatti, ciotole, boccali, anfore, borracce e molti altri prodotti tipici dell’artigianato del secolo scorso.

Tra le ceramiche narratrici della tradizione, si potranno ammirare alcuni utensili una volta utilizzati in cucina, come le zuppiere, le pignate e la sezione dedicata a fischietti e ocarine, provenienti da tutto il mondo. Il percorso espositivo, si svolgerà seguendo una linea cronologica dalla preistoria ai giorni nostri, articolandosi in varie sezioni. Interessanti saranno: la mostra situata presso il Salone delle Guardie del Palazzo Ducale, realizzata in collaborazione con Associazione “Quelli del Presepe”, che sarà una retrospettiva del figulo-artista Vincenzo Galeone, puparo a cavallo tra ‘800 e ‘900 in Cutrofiano; le esposizioni a cura degli Istituti D’Arte di Galatina e Poggiardo; l’esposizione dei Pupi in terracotta, cartapesta e napoletani, resa possibile grazie alla collaborazione con l’Associazione “Amici del Presepe” di Cutrofiano. Di grande importanza, inoltre per l’edizione 2017, sarà l’avvio del primo corso di ceramica per pupari, sia nella lavorazione che nella decorazione di pupi e santi in terracotta.

Il programma della 45° Mostra Mercato della Ceramica, sarà un opportunità straordinaria per tutti i visitatori, che potranno vivere un esperienza folkloristica immersiva in 10 giornate, all’insegna della storia e della tradizione, con una molteplicità di eventi collaterali: mostre d’artigianato artistico, Tour educational, performance artistiche, spettacoli arte di strada, danze popolari, musica tra contaminazioni mediterranee e sonorità andaluse; percorsi enogastronomici legati alla tradizione culinaria Salentina e mediterranea, preparate nelle terrecotte, Food & Figuli.

Tra gli eventi collaterali di gran pregio, ci sarà la Rievocazione storica a cura dell’Associazione Ceramica Artigianale del Salento, che narrerà la Storia del Ducato di Cutrofiano, la presa di possesso della Principessa Marianna Filomarini del feudo di Cutrofiano, a cui parteciperanno centinaia di figuranti con diversi quadri storici, rappresentanti la storia di Cutrofiano dagli Orsini fino appunto a Marianna Filomarini. La rievocazione vedrà la partecipazione di figuranti eccezionali, tra performance di archibugieri, cavalli danzanti, carrozze d‘epoca, grazie anche alla collaborazione dell’Associazione Brancaleone della Disfida di Barletta e dell’Associazione Emozioni del Salento.

 

Visitare la Mostra e la cittadina di Cutrofiano-così interviene Oriele Rolli, il Sindaco-posta nel cuore del Salento, significherà vivere l’emozione di un incontro immaginifico: un caleidoscopio di culture da scoprire e vivere, capaci di distillare tesori inestimabili e indelebili, che la rendono da sempre protagonista nel Mediterraneo e in Europa. Gli obiettivi della 45° edizione della Mostra-continua il Sindaco- puntano infatti sulla promozione delle produzioni d’eccellenza, custodi preziose delle tradizioni artigianali, plasmate dalla maestria, dalla creatività artistica, dalla storia, dalla cultura e dalle contaminazioni mediterranee ed europee, che consolidano questa Terra nella sua essenza più rappresentativa”.

Una tappa importante, quindi per tutti, da non perdere, tra i miti e la storia millenaria, colma di contorni visionari e silenziosi, che donerà la possibilità di immergersi in un circuito intriso di autenticità e tradizione, affinchè resti indelebile , l’esperienza e il senso più vivo e prezioso di questa Terra.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.