di Julia Pastore

GALLIPOLI – Baia Verde come non l’avete mai vista, in un giorno di fine settembre, quando il sole è già al tramonto e i fortunati sono in spiaggia a godersi le ultime carezze del sole. In riva al mare qualcuno festeggia l’anniversario di matrimonio, qualcuno sorseggia pigramente un alcolico. Sono lontani i giorni del caos: ci sono turisti stranieri mischiati ai salentini. L’acqua è pulita. In spiaggia fa caldo, ma non troppo. È tutto perfetto, nessuna musica assordante: un sottofondo distensivo nei lidi che lavorano ancora tanto nei weekend. Sono andate via le comitive di cafoni in cerca di sballo, disco e sesso facile. Qui c’è gente che fa yoga, altri che si rilassano: un piacere dell’ozio favoloso.

In città e nell’entroterra il clima è diverso: la gente crede che non sia più stagione. Ma qui, in riva al mare di Baia Verde, è tornata la quiete: un paradiso caldo per pochi fortunati.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.