BARI – Venerdì dovrebbe tenersi l’incontro col governatore della Toscana, Enrico Rossi: si tratterà di un confronto per ribadire il fatto che le due leggi sulla partecipazione sono simili, ma il governo ha impugnato solo quella pugliese. A Gentiloni non è piaciuta l’idea che i pugliesi si possano esprimere sulle trivelle e su materie di competenza statale. Il presidente della Regione Puglia va avanti lo stesso.

“Presentiamo innanzitutto ai Sindaci la nuova Legge sulla Partecipazione, non perché sia così complicata da dover essere spiegata, ma perché abbiamo bisogno subito di sapere la loro opinione su cosa possiamo fare per renderla immediatamente attiva”.

Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano presentando questo pomeriggio, presso la Fiera del Levante agli Enti locali, al partenariato istituzionale, alle Consulte dei Comuni, alle associazioni di categoria e ambientaliste la Legge Pugliese sulla Partecipazione.

“Vorremmo che i Sindaci – ha spiegato il Presidente – assieme ai sindacati, alle associazioni e ai pezzi di democrazia di questa regione possano utilizzare questo strumento in modo tale che non rimanga un pezzo di carta”.

La recente approvazione della Legge sulla Partecipazione (Legge reg. 28/17) prevede che i pugliesi siano coinvolti nei processi decisionali che interessano territorio e comunità, e quindi di essere informati, esprimere il loro punto di vista, condividere le scelte ed esercitare una forma di controllo sulle attività regionali.

“Questa – ha continuato Emiliano – è la terza legge regionale in Italia sulla partecipazione e qualcuno teme che possa essere una pura affermazione di principio. L’incontro di oggi serve a evitare un pericolo di questo genere che frustrerebbe le ambizioni di tutti coloro che invece ci hanno dato una mano a costruire questo percorso partecipativo, cominciato già prima della mia elezione che adesso sta procedendo speditamente”.

Attraverso la proiezione di video e slide e con l’aiuto di facilitatori esperti, durante l’incontro è stata illustrata analiticamente da Titti De Simone (Consigliere del Presidente per l’Attuazione del Programma) la nuova Legge Regionale con l’obiettivo di approfondirne i contenuti, partendo proprio dagli strumenti introdotti, raccogliendo proposte utili per le successive fasi attuative, fra cui il bando annuale della partecipazione e la piattaforma web. Tutto sarà poi riassunto in un report, che sarà pubblicato sul sito istituzionale della Regione http://partecipazione.regione.puglia.it.

Leonardo Bianchi

CONDIVIDI