GALLIPOLI (Lecce) – Dal 16 al 26 settembre 2017 ci sarà ancora un evento culturale nella Galleria permanente dell’artista salentino Giorgio De Cesario presso La Casa degli Artisti di Gallipoli:

una mostra collettiva con ben 15 artisti di fama internazionale dal titolo “MATER AQUAE, simboli e miti del mare“.

La mostra-evento è a cura di Martina Santarsiero, pittrice bolognese.

Vernissage 16 settembre ore 18.00. Finissage 26 settembre 2017 ore 18.00 con performance di Mermaid Belly Dance e brindisi di fine mostra

Si prevedono inoltre letture di poemi e inni dedicati al mare e un buffet bioveg.

Finissage 26 settembre 2017 ore 18.00 con performance di Mermaid Belly Dance e brindisi di fine mostra

Artisti in esposizione:
M. Anteri, C. Cannavò, M. L. Castro, G. De Cesario, C. Garuti, Giorgio Giò, M. Jay Casalini, M. Lucente, Lusa, V. Marra, M. Santarsiero, Sario, A. Stivali, D. Tarantino, G. Vetrugno

Madre Acqua, l”acqua viene espressa come principio cosmico femminile, anima del Mondo, Madre per eccellenza, creatrice di vita e a volte di morte, connessa ai cicli lunari, all’inconscio e al liquido amniotico del ventre materno.

Fin dall’antichità si parla dell’acqua e del mare come fonte originaria della vita, nelle antiche cosmogonie dai miti greci fino alla santeria cubana, si cita l’acqua come luogo di nascita di divinità e creature dell’Universo.

Nei miti greci si narra che da Oceano, il figlio maggiore di Urano e Gaia, si generarono tutti i mari, i fiumi, le fonti, i laghi e tutte le sorgenti di acqua dolce e salata.

Tante sono le creature e le divinità marine che popolano le leggende dei nostri mari.

Tutto l’antico Testamento esalta il segno di benedizione dell’acqua: il Diluvio e il passaggio attraverso il Mar Rosso segnano la sua forza distruttrice, ma anche la rinascita dell’umanità…

Il mare tra sacro e profano, è sempre stato simbolo di rigenerazione, che venga scelto come luogo per celebrare riti di purificazione o per puro relax vacanziero ha da sempre un posto speciale nel cuore di creativi, artisti, cantanti e poeti.

Questo evento vuole essere una celebrazione del mare e in particolare del nostro Mediterraneo crocevia di popoli, eroi, santi e navigatori.

Aperta tutti i giorni dalle 18.00 alle 20.00, L’ingresso è libero e gratuito.

 

CONDIVIDI