SPECCHIA (Lecce) – Potrebbe essere giunta ad una prima svolta l’inchiesta sulla misteriosa scomparsa della 16enne di Specchia Noemi Durini, svanita nel nulla ormai da dieci giorni. I carabinieri, infatti, hanno posto sotto sequestro la Fiat 500 bianca sulla quale la ragazzina sarebbe salita all’alba di domenica in compagnia del suo fidanzato, un 17enne di Montesardo, frazione di Alessano, prima di fare perdere le sue tracce.

Il sequestro del veicolo consentirà ai militari del Ris di svolgere accertamenti scientifici irripetibili, per verificare l’eventuale presenza di tracce biologiche o di sangue all’interno dell’auto e, quindi, di ricostruire cosa possa essere accaduto all’interno del mezzo. Si tratta dell’auto con cui il fidanzato di Noemi passò a prendere la ragazzina all’alba di domenica 3 settembre. Il veicolo è stato immortalato dalla telecamera di un’abitazione in via San Nicola. Secondo il racconto del 17enne, più volte ascoltato dagli investigatori, Noemi sarebbe scesa nei pressi del campo sportivo.

L’inchiesta della Procura ordinaria e di quella per i minori è stata avviata con l’ipotesi di reato di sequestro di persona. Al momento non vi sarebbero indagati per la scomparsa della ragazzina, ma il sequestro della Fiat farà inevitabilmente comparire il nome di qualcuno nel registro degli indagati.

In mattinata, intanto, sono riprese le ricerche della 16enne: ad oggi, però, dopo oltre 10 giorni dalla sua scomparsa, ancora nessuna traccia.

CONDIVIDI