ARADEO (Lecce) – Un doppio buco nell’acqua. Un flop dietro l’altro per la banda che, nella notte, ha tentato il furto ai danni di due bar di altrettante aree di servizio ad Aradeo e Seclì. In entrambi i casi, i malviventi hanno agito a bordo di una Fiat Uno, risultata rubata poco prima a Cutrofiano.

Il primo episodio si è verificato ai danni del bar “Square”, ospitato all’interno dell’area di rifornimento Eni sulla Aradeo – Sannicola. I ladri, utilizzando l’auto a mo’ di ariete, hanno sfondato la vetrata del bar e la porta d’ingresso, ma l’allarme collegato ad un istituto di vigilanza li ha costretti a battere la ritirata dopo avere prelevato dal locale le casse per le ricariche telefoniche ed un computeer.

I banditi, tuttavia, sono tornati alla carica qualche minuto più tardi, prendendo di mira il bar – tabacchi ospitato all’interno della “Camer” di Seclì. Questa volta, però, i ladri hanno cambiato modus operandi. Per divellere la serranda d’ingresso, l’hanno assicurata con una corda al paraurti dell’auto, ma mentre tentavano di sradicarla la fune si è spezzata. Ed il “colpo” è naufragato.

Sugli episodi indagano rispettivamente gli agenti del Commissariato di Galatina ed i carabinieri della Compagnia di Gallipoli. Gli investigatori hanno acquisito i filmati registrati dalle telecamere di sicurezza delle stazioni di servizio prese di mira. Grazie al paraurti dell’auto, staccatosi in occasione del primo tentativo di furto, si è riusciti ad accertare che il mezzo era stato rubato a Cutrofiano nelle ore precedenti.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.